BRINDISI, La Collezione Archeologica Faldetta dà i numeri.

Da gennaio a dicembre scorso, sono circa 5530 le presenze di visite registrate alla Collezione Archeologica Faldetta. Un dato che emerge dalla ultima indagine effettuata dall’associazione culturale Le Colonne Arte Antica e Contemporanea per osservare l’andamento quantitativo dei visitatori.

provenienzaDa questa analisi si è notato che i mesi con maggiore affluenza turistica sono i mesi di luglio – agosto, con ben 2584 visitatori. Diversa la situazione in inverno; il numero delle visite nel periodo invernale oscilla da un minimo di 456 tra gennaio e febbraio a un massimo di 745 visitatori tra novembre e dicembre. Relativamente al luogo di provenienza, il 28% dei visitatori risiede in Italia e il 18% proviene da altre nazioni. Dalla provincia di Brindisi, una alta percentuale di visitatori proviene dalla zona di Francavilla Fontana, mentre, tra le città pugliesi spiccano i visitatori provenienti da Taranto. In riferimento all’età, il 37% di visitatori ha una età compresa tra i 41-60 anni, il 24% tra 26 – 40 anni, il 16% comprende gli over 60, il 13% tra i 17-25 anni. Da notare la bassa presenza degli under 16, solo il 10%. Un dato che fa riflettere sull’importanza di promuovere iniziative culturali rivolte alle famiglie, perché prima di ogni valutazione che vada dalla destagionalizzazione della offerta culturale ad altre strategie di interventi, le realtà museali devono rientrare negli spazi di vita del territorio locale. Dal campione di indagine sono state escluse le scolaresche in visita alla Collezione Archeologica Faldetta.

Presenze visitatori nell'arco di un anno


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.