Fai Cisl e Cisl Puglia: Profondo dolore per la scomparsa di Paolo Frascella, reggente Fai-Cisl Puglia Rota (Fai Cisl nazionale), Castellucci (Cisl Puglia)

Perdiamo un amico caro e collega competente, dalla profonda umanità, sempre al fianco degli ultimi

“La scomparsa improvvisa di Paolo Frascella, reggente Fai-Cisl Puglia, ci lascia sgomenti e profondamente addolorati: perdiamo tutti un grande amico, una persona leale, dallo spirito fraterno, un sindacalista competente e di lungo corso. In questo momento di grande dolore siamo vicini a tutta la sua famiglia ed esprimiamo le più sincere condoglianze”. Così i Segretari generali della Fai-Cisl nazionale, Onofrio Rota, e della Cisl Puglia, Antonio Castellucci, comunicando la notizia della scomparsa del sindacalista Paolo Frascella. Tarantino, classe 1958, Frascella aveva maturato una lunga esperienza prima come operatore e Segretario territoriale della Fisba e della Fai e poi come Segretario regionale dal 2001. Era componente del Consiglio generale e dell’Esecutivo della Federazione, nonché del CdA della Fondazione Fai-Cisl Studi e Ricerche. “Con Paolo – commentano i Segretari – se ne va un amico davvero speciale, un cislino doc, sempre in prima linea in tutte le attività del sindacato, dalla lotta al caporalato, alle battaglie per far ripartire l’olivicoltura pugliese colpita dalla xylella, dalle tutele contrattuali per i forestali a quelle per i lavoratori dei consorzi di bonifica. Ma soprattutto, lo ricorderemo per la sua profonda umanità, che lo spingeva sempre al fianco degli ultimi e che ha rappresentato, anche per tanti giovani colleghi, un punto di riferimento unico e insostituibile. Ci mancherà davvero tanto”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: