Natale senza tredicesima per le guardie giurate di GGS Vigilanza La denuncia dei sindacati: “Vertici aziendali irreperibili, vogliamo chiarezza”

 Natale senza tredicesima per i circa 150 lavoratori salentini della GGS srl, istituto di vigilanza di Veglie (Le) impegnato tra l’altro in un appalto pubblico per garantire la sicurezza presso le strutture della ASL di Lecce. Le sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Lecce sollecitano invano da tempo i vertici aziendali. 

“Nessuna comunicazione da parte della società è stata inviata alle organizzazioni sindacali o ai lavoratori riguardo il ritardo contrattuale per l’erogazione della tredicesima mensilità prevista dal Ccnl della Vigilanza privata”, spiegano i Segretari generali Mirko Moscaggiuri (Filcams), Marcello Frassanito (Fisascat) e Antonella Perrone (Uiltucs). “Evidente e comprensibile è il malcontento dei dipendenti messi in difficoltà proprio nel periodo in cui si attende un’entrata extra per far fronte alle varie spese e per avere una maggiore serenità. Al momento i vertici aziendali risultano irriperibili e non siamo a conoscenza di eventuali aspetti tecnici che potrebbero aver causato il ritardo. Vogliamo un chiarimento – concludono – perché era innanzitutto doveroso segnalare il ritardo e comunicare preventivamente i motivi che hanno creato disagio ai lavoratori e alle loro famiglie”. 

I Segretari Generali

 

Mirko Moscaggiuri – Filcams Cgil Lecce

Marcello Frassanito – Fisascat Cisl Lecce

Antonella Perrone – Uiltucs Lecce

 

Immagine di repertorio


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: