Convegno S.I.A.P. Brindisi: Focus su Social Networks, P.N.L. e Gestione dello Stress per Operatori di Polizia

Una sala conferenze “brigadiere zizzi” della questura di brindisi gremita, ha accolto il convegno organizzato dalla Segreteria Provinciale del S.I.A.P.  (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia di Stato) di Brindisi, con il Segretario Generale Provinciale, Cosimo SORINO,  alla presenza dei vertici della Questura con il Questore Dr. GARGANO Annino, nonché da dirigenti di vari uffici e articolazioni di questura, commissariati dipendenti e delle varie specialità  della polizia di stato di stanza in questa provincia, ove  si e’ tenuto il convegno in data odierna.

Vari gli argomenti trattati che hanno interessato i poliziotti, intervenuti, ossia:

L’uso corretto dei social networks per gli operatori di Polizia; 

P.N.L. e tecniche di gestione dello stress;

 I relatori, quali: la dottoressa GRAVILI Gabriella per il P.N.L. gli avvocati Marco MASI E Marco Elia per i rischi e l’uso corretto dei social anche per gli operatori della Polizia di Stato e l’ esperto informatico LOMBARDI Walter  per le questioni giuridiche, hanno discusso ed animato la giornata riconosciuta anche come giornata di aggiornamento professionale per gli operatori della Polizia di Stato. 

Gli argomenti hanno riscosso l’attenzione dei molti colleghi che hanno partecipato ed approfittato della presenza dei relatori per rivolgergli istanze e richieste varie.

Tra gli ospiti anche il Segretario Provinciale Generale S.I.A.P. di Lecce CASCIARO Gianluigi venuto con  una delegazione.

Molti sono stati gli apprezzamenti per gli argomenti trattati e l’attenzione del S.I.A.P.  per i poliziotti brindisini e le loro esigenze.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: