L’ASSOCIAZIONE SCHIERARSI BRINDISI RACCOGLIERÀ FIRME PER RICONOSCERE LO STATO DI PALESTINA

Domenica prossima 28 Gennaio a Brindisi in Piazza della Vittoria dalle ore 10:30 alle ore 13:30, sarà allestito un gazebo per la raccolta firme finalizzata a sottoscrivere una proposta di legge di iniziativa popolare con la quale si chiede all’Italia di riconoscere lo Stato di Palestina con capitale Gerusalemme est. L’obiettivo è raggiungere 50.000 firme certificate.

L’evento è organizzato dall’Associazione Schierarsi Brindisi. Nello stesso giorno l’iniziativa partirà a livello nazionale e sarà replicata nel tempo in tutte le piazze d’Italia in cui l’associazione di Alessandro Di Battista è presente.

Abbiamo programmato questa iniziativa – dichiarano i promotori Francesco LisiFilippo Panico e Francesco Bevacqua – a cui ne seguiranno altre in provincia come San Pancrazio e Torre Santa Susanna promossi dai referenti locali Antonio Missere e Anna Greco, per dare la possibilità a quanti lo vorranno di contribuire a sensibilizzare e sostenere una battaglia necessaria, improcrastinabile. Solo con il riconoscimento dei due Stati indipendenti con confini certi si potrà mettere fine a questa guerra fra israeliani e i palestinesi che dura ormai da 75 anni e che ha causato, e continua a causare, migliaia di vittime innocenti. Auspichiamo in una massiccia partecipazione di cittadini presso il nostro banchetto per mettere fine a queste atrocità.”

Per partecipare attivamente alle iniziative locali di Schierarsi scrivere alla email brindisi@associazioneschierarsi.it


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: