BRINDISI.LA GUARDIA COSTIERA SEQUESTRA DUE QUINTALI DI PRODOTTI ITTICI

Come di consueto, anche in questo 2024, durante il periodo delle festività Pasquali, quando la richiesta di prodotti ittici aumenta con conseguente maggior rischio di elusione della normativa di settore, la Guardia Costiera ha confermato il proprio impegno a tutela dei consumatori e delle risorse ambientali, nel contrastare ogni forma di illegalità che possa pregiudicare in maniera significativa gli stock ittici già compromessi ed alterare il principio di concorrenza leale che deve vigere sul libero mercato, in difesa degli onesti lavoratori del settore.

In data odierna, i militari della Sezione di Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Brindisi congiuntamente al personale militare del 6°Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Bari, hanno permesso di sanzionare una pescheria presente nella Provincia di Brindisi per detenzione di un consistente quantitativo di prodotto ittico privo di qualsiasi documento che ne attestasse la provenienza. Il prodotto ittico, consistente in circa due quintali (polpo, seppie, gamberi e prodotto ittico vario), verosimilmente proveniente dalla pesca di frodo, privo di qualunque indicazione utile ai fini della rintracciabilità dello stesso, è stato sequestrato e immediatamente distrutto tramite ditta autorizzata. Al trasgressore è stata comminata una sanzione amministrativa per un importo massimo di 4.500 euro. Sul posto interveniva il Servizio Veterinario dell’ASL di Brindisi “SIAV B”.

Inoltre, nel corso di analoghi controlli esperiti dai militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Savelletri, è stato sanzionato il titolare di una pescheria presente nel Comune di Fasano, in quanto deteneva prodotto ittico non tracciato. Il prodotto ittico per un totale di 20 kg. è stato sottoposto a sequestro amministrativo per la successiva distruzione.

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni su tutto il territorio di competenza, allo scopo di tutelare la salute dei consumatori. In questa ottica, il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Vascello Luigi AMITRANO, invita tutti consumatori a non effettuare acquisti di prodotti ittici dei quali non sia certa la provenienza, in particolare presso improvvisati banchi di vendita abusivi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: