BrindisiItaliaSport

IL BILANCIO DELLA XIII REGATA BRINDISI-VALONA

">

Con la cerimonia di premiazione svolta (sabato 6 luglio 2024) nel Marina di Orikum, si è ufficialmente conclusa la XIII edizione della regata velica del Grande Salento Brindisi-Valona. Con il presidente della Lega Navale Italiana di Brindisi, Salvatore Zarcone, erano presenti il sindaco di Valona, Ermal Dredha (accompagnato dal vice sindaco Klevis Kasso); il Console generale italiano a Valona, Iva Palmieri; il proprietario del Marina di Orikum, Artan Dulaku; l’amministratore delegato dello stesso Marina, Junald Bajraktari; il delegato LNI della Puglia Meridionale, Roberto Galasso; e il presidente della VIII Zona FIV Alberto La Tegola.

Dopo la premiazione delle imbarcazioni classificate dal primo al terzo posto nelle varie classi (50 le iscrizioni ufficiali, record della regata), sono stati assegnati i trofei ufficiali e alcuni riconoscimenti speciali.

La targa dell’International Yachting Fellowship of Rotarians

(Flotta Italia Sud-Est) è andato all’imbarcazione proveniente dal circolo velico più lontano dal luogo di partenza, ossia la svizzera «Tivan» di Remo Leuzinger (C. V. Lugano).

Il Trofeo Città di Brindisi, destinato alla barca meglio classificata nelle regate Brindisi-Corfù e Brindisi-Valona (con la somma dei punteggi ORC over all) è stato assegnato a «Soft» di Marco Andrisano della LNI Taranto.

Il Trofeo dell’Accoglienza, riservato all’imbarcazione prima in tempo reale, è stato vinto da «Anywave Safilens» (Diporto Nautico Sistiana) di Leghissa-Pirato.

Infine, per la classifica generale doppia assegnazione per «Thalita» di Gianluca Fischetto (LNI Brindisi) che ha ricevuto il trofeo «Città di Valona» e il trofeo «Mirko Gallone» quale vincitrice assoluta della regata.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: