BRINDISI, Aspettando San Martino iniziativa organizzata dai Giardini di San Biagio

Continuano le iniziative dell’ azienda “I Giardini di San Biagio” di Mesagne. Per valorizzare nel territorio i prodotti biologici locali, a beneficio di quanti intendono conservare la buona salute anche con l’ alimentazione. Domenica 9 novembre, presso l’ ex Convento Cappuccini a Mesagne, si è svolta l’ iniziativa “Aspettando San Martino”, tra buona musica, pranzo, degustazione di buon vino, versi e stornelli.

Continuano le iniziative dell’ azienda “I Giardini di San Biagio” per valorizzare nel territorio i prodotti biologici locali, a beneficio di quanti intendono conservare la buona salute anche con l’ alimentazione. Domenica 9 novembre, presso l’ ex Convento Cappuccini a Mesagne, si è svolta l’ iniziativa “Aspettando San Martino” che ha visto una qualitativa partecipazione di pubblico, a dimostrazione dell’ enorme valenza di una serie di iniziative che vuole valorizzare concetti basilari come appunto la buona alimentazione, l’ ambiente, la salute, la convivialità. Questo grazie all’ impegno quotidiano e costante dell’ azienda, di Mario Cutri’ e la “Bottega del Teatro”( associazione culturale-teatrale), della Banca Mediolanum che sponsorizza gli eventi.
Pietanze storiche e intrattenimento musicale hanno in pratica ricostruito lo scenario di una vita agreste, per rievocare sapori d’autunno legati alle antiche e sane abitudini alimentari e ancora attuali. “Siamo contenti dell’ ennesima risposta dei cittadini a questo tipo di iniziative, perché significa che si trasmette qualcosa di importante, valori della natura, della vita e della salute- ha affermato nel suo discorso introduttivo Mino Argentieri della Banca Mediolanum. Si intende trasmettere un messaggio genuino, finalizzato alla salvaguardia dei sapori ormai quasi dimenticati e delle grandi tradizioni di un territorio ricco di cultura”. L’ introduzione del dott. Argentieri ha di poco preceduto la proiezione delle “sfide” riguardanti gli eventi “C’era una volta la vendemmia” presso Contrada Barone del 14 settembre e del 28 settembre in Contrada Masseria Nuova.
Insomma, è stata una giornata all’ insegna della socializzazione e della convivialità( elementi che purtroppo non sono poi cosi’ scontati nel periodo molto difficile che stiamo vivendo), di fronte ad esempio ad un bel bicchiere di vino. Il pranzo, ben organizzato e preparato dai “Giardini di San Biagio”, è stato allietato da stornelli tipici salentini, bella musica, e dagli interventi del “ solito” Mario Cutri’, che ha declamato versi e proverbi. Il vino degustato è stato praticamente prodotto con le uva raccolte dai partecipanti alle giornate della vendemmia. Dicevamo della folta presenza dei cittadini all’ iniziativa, provenienti da diverse realtà della provincia brindisina. Tra gli altri, la presenza anche del giornalista e amico Giorgio Gargasole, di Giusy Carruezzo e Maria Pia Casa.
Una giornata che ha sicuramente fatto dimenticare, almeno per poche ore, i tanti problemi che attanagliano la comunità brindisina.

SI RINGRAZIA PER LE FOTO GIUSY CARRUEZZO


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.