BRINDISI, Artista per la Pace – Colori e Musica per i Diritti Umani

In un momento mondiale così delicato, l’associazione Arte74, raccogliendo la sensibilità degli artisti di tutto il mondo, ha deciso di dedicare un evento alla Pace e ai diritti umani, rendendo partecipe la cultura, e l’arte in primis, dell’impegno quotidiano che l’ONU, l’UNICEF e le diverse associazioni svolgono per le emergenze che affliggono l’Umanità.

Artisti per la PaceL’artista deve “gridare con forza” per promuovere la Pace e i Diritti Umani, perché nessuno può rimanere impassibile di fronte a ciò che accade quotidianamente nel mondo, alla sofferenza dei bambini e al disagio delle famiglie.
Alla manifestazione saranno presenti alcuni funzionari delle Nazioni Unite (ONU) e UNICEF, a cui il premio è interamente dedicato. La Base ONU di Brindisi presenterà un video sulle Organizzazioni Unite al fine di poter conoscere l’operato di chi è in prima linea per gli aiuti umanitari nel Mondo.  Alla serata di gala sarà presente anche l’appuntato dei carabinieri Antonio Altavilla, sopravvissuto dell’attentato di Nassiriya in Iraq, che ci racconterà delle missioni di pace e delle brutalità della guerra; Mingo De Pasquale, lo storico inviato di “Striscia la Notizia” sensibilmente attivo nel sociale; lo scrittore Dario Stomati che presenterà il suo libro “Il vento e le pietre”; il cantante Giulio Musca, che, accompagnato dai bambini della Scuola Europea di Brindisi, ci regalerà un momento emozionante con un inno alla vita; il gruppo di pizzica salentina dei Taranteye; i ragazzi del Fresh Family Academy di Brindisi. Inoltre, il Comitato UNICEF di San Vito dei Normanni nel corso dell’evento illustrerà le iniziative per  gli aiuti all’infanzia. All’evento parteciperanno, infine, altre associazioni per i diritti dell’infanzia, come il Centro Studi “Familia” e  il Movimento “Contro Erode”.
La città di Brindisi aprirà le sue porte ad artisti provenienti da Giappone, Libano, Grecia, Stati Uniti, Canada, Francia, Spagna, Norvegia, Belgio e da diverse città d’Italia. L’arte vuole essere oggi messaggera di pace, perché se le Nazioni Unite danno speranza a chi ha perso tutto e l’Unicef s’impegna per la difesa dei più deboli tra i deboli, l’arte può divenire portavoce di tali speranze. La Pace non è né deve essere  una parola priva di significato,  e un evento dedicato ad essa non è vuota retorica, ma premessa per cambiare prima di tutto noi stessi: una goccia non è il mare, ma può contribuire a riempirlo con il nostro impegno.
L’evento si terrà venerdì 19 dicembre nel Salone di Rappresentanza della Provincia di Brindisi alle ore 18.00, e terminerà con lo scatenato ritmo della pizzica salentina sul piazzale Virgilio (Colonne Romane) con la 1° Ronda di Pizzica a Brindisi: un nuovo istinto liberatorio per gridare da uno dei monumenti più significativi della città messapica “Un brindisi alla Pace – Pizzica la Pace”, un vero flash mob di danza all’insegna della solidarietà.

Mingo De Pasquale-


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.