CONCERTO DE LE POETEMODI VENERDI’ 2 A LECCE

Venerdì 2 gennaio, con inizio alle ore 20 e 30, Fondo Verri ospiterà il concerto de le Poetemodi. A pochi giorni dall’uscita dei loro primi due album, “Ioide” e “Nadabrahma (Visioni e revisioni di una metafisica progressiva)”, i le Poetemodi live con un concerto in cui saranno eseguiti alcuni dei nuovi brani. Disponibili su Google Play Store, dal 26 dicembre, i due album contengono complessivamente 32 tracce della band pugliese.

NADABRAHMA è un album sperimentale composto da 23 tracce, che attraversa diversi generi musicali per descrivere la promiscuità della vita, forme diverse di una medesima materia. “Un intento dell’album – dicono i le Poetemodi – è IL VIAGGIO “a quel paese che ci assomiglia tanto. L’album si propone di propinare alla coscienza dell’ascoltatore un mosaico composito di plurimi punti di vista, visioni e revisioni di una metafisica in progressione; di allargare le coscienze; di avvicinare ognuno al proprio sé; di creare paesaggi emozionali armonici tramite la trasmutazione di energie negative in positive “Verso Samadhi”.
IOIDE è l’album di 9 tracce che raccoglie alcuni dei brani eseguiti dal gruppo in questi ultimi 4 anni dalla loro nascita. L’osso Ioide è l’unico osso del corpo non collegato a nessun altro osso, situato in gola, posizione del quinto chakra (espressione creativa, l’abilità comunicativa e lo sviluppo). In questo album non son presenti brani inediti, bensì quelli già portati nei live dalla band.
Su google play store è possibile scaricare i nuovi lavori de le Poetemodi mentre, in edizione speciale, disponibile dal 26 dicembre anche il supporto usb, un formato che, oltre a raccogliere le 32 tracce dei due album, è ricco di diversi contenuti extra: testi, la raccolta di sette poesie di Salvatore Carrasca (tastierista della band), dei video realizzati di “Du cote de chez Odette” e “Repetitive Brain (uncosciousness)”, tracklists consigliate, un breve documentario sulla storia e sul significato degli album proposti, i testi dei brani contenuti all’interno, nonché il booktrailer, a cui le Poetèmodì han prestato la propria musica, dell’ultimo libro dello scrittore Mino Pica, presente anche nel supporto con alcuni suoi brani inediti, ispirati proprio dalle musiche di NADABRAHMA.
 “Le Poetèmodì” è una piccola corrente artistica nata con l’esigenza di veicolare messaggi con uno stile evanescente e carnale. La musica è un mix di dolcezza e violenza, di linee melodiche fluttuanti e distorte, poesia e musica. Il nome è un’italianizzazione del francese “les poetes maudits” e la parte finale (modì) allude alla firma del grande artista italiano Amedeo Modigliani.
Fra i prossimi appuntamenti de le Poetemodi, domenica 4 gennaio, ospiti di Radio Flo e lunedì 5 gennaio, ospiti di Radi@zioni su Ciccio Riccio.
I componenti de le Poetemodi sono Salvatore De Stradis, Vincenzo Diviggiano, Salvatore Carrasca, Antonio Cristiano Nigro e Marilina De Stradis. La band è una “corrente brindisina dai tratti significativi e finalmente singolari che si colloca all’interno del circuito musicale contemporaneo”.
Fondo Verri è in via Santa Maria del Paradiso, 8, nel pieno centro storico di Lecce, nei pressi di Porta Rudiae.
Per maggiori informazioni su le Poetèmodì:
web site: www.lepoetemodi.com
twitter: @lepoetemodi
facebook: lepoetemodiofficial
youtube: lepoetemodiofficial
pinterest: lepoetemodi
mail: info@lepoetemodi.com


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.