AL VIA A GRAVINA, POI A BARI E MILANO, LE RIPRESE DEL FILM TV “SE TI DIRANNO DI ME” DI MARCO TULLIO GIORDANA.

DA LUNEDI’ 26 GENNAIO E PER TRE SETTIMANE, LA CITTA’ DI GRAVINA DI PUGLIA OSPITA LE  RIPRESE DEL FILM TV “SE TI DIRANNO DI ME” DI MARCO TULLIO GIORDANA, CON VANESSA SCALERA E CON LINDA CARIDI, ALESSIO PRATICÒ, MAURO CONTE E MATILDE PIANA. IL FILM E’ PRODOTTO DALLA BIBI FILM TV CON IL SOSTEGNO DI APULIA FILM COMMISSION.

Un’altra storia di impegno civile e sociale, un’altra storia vera per il film tv “Se ti diranno di me” del regista e sceneggiatore Marco Tullio Giordana che, a partire da lunedì 26, inizia le riprese a Gravina di Puglia per tre settimane, per poi spostarsi a Bari e a Milano.

 Il regista milanese, autore di film memorabili come “I cento passi”, “La meglio gioventù”, “Quando sei nato non puoi più nasconderti”, “Sanguepazzo” e “Romanzo di una strage”, torna quindi a confrontarsi con racconti suscitati dalla cronaca e torna a leggere il suo tempo.

 Scritto da Giordana insieme con Monica Zapelli, il ruolo principale del film è stato affidato all’attrice pugliese Vanessa Scalera (“Bella addormentata” di Marco Bellocchio), con lei, tra gli altri, Linda Caridi, Alessio Praticò, Mauro Conte e Matilde Piana.

 Prodotto dalla Bibi Film Tv, “Se ti diranno di me” è stato finanziato da Apulia Film Commission con 48.075,00 euro attraverso i fondi Apulia National & International Film Fund.

In Foto l’attrice Vanessa Scalera


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.