Messapia Brindisi, un KO che va oltre lo scambio di persona

La tentazione forte sarebbe quella di concentrare l’attenzione sul clamoroso errore commesso dall’arbitro Ramires di Lecce, nell’occasione mal supportato anche dal collega Portoghese di Bari, che espelle per doppia ammonizione Valerio Zaccaria, quando invece il secondo giallo tocca nettamente al fratello Alessio.

Vane le vibranti e prolungate proteste dei biancoazzurri, con tanto di ammissione di colpa del reale responsabile del fallo, appunto il capitano Alessio Zaccaria, incredulo e allibito quanto al fratello Valerio che anzitempo e ingiustamente raggiunge lo spogliatoio. Un provvedimento tre volte beffardo perché toglie a Di Serio una pedina importante dal campo in un momento topico della partita, costringerà il giocatore a saltare la delicata trasferta di sabato prossimo a Molfetta e che, infine, porta a due minuti di inferiorità numerica durante i quali il Messapia Brindisi subisce uno dei sei gol siglati dalle Giovani Aquile Rutigliano. Nello stesso frangente è allontanato anche il dirigente Ribezzi che non gradisce l’atteggiamento troppo autoritario dell’arbitro Portoghese nei confronti di qualche giocatore del Messapia che persevera nelle proteste. L’osservazione che ci sentiamo di fare è la seguente: agli atleti si chiede collaborazione, un comportamento più sportivo e disciplinato. Tutto giusto, ci mancherebbe altro, ma gli interrogativi che ci poniamo sono diversi: perché se un calciatore ammette di aver commesso qualcosa che va “contro” gli interessi della propria squadra è attendibile e gli si stringe la mano, mentre se fa notare qualcosa in “proprio” favore è un bugiardo patentato a prescindere? Possibile che il coro unico di proteste di pubblico e giocatori non abbia suscitato il minimo dubbio sulla decisione presa? Possibile che un arbitro, se eventualmente si accorge di un clamoroso errore commesso da un collega, preferisce farlo perseverare nello sbaglio (non da poco) piuttosto che smentirlo, a scapito del regolamento che è chiamato a far osservare? Semplici riflessioni senza pretese di risposte che tanto difficilmente arriverebbero.
Tutto questo però non deve essere un appiglio per il Messapia Brindisi che, diciamolo chiaramente, in casa non è la stessa squadra che si ammira in trasferta. E’ palese l’approccio sbagliato che finisce per agevolare le velleità dell’avversario di turno ospitato. Eppure il primo tempo con le Giovani Aquile scorre sostanzialmente in tranquillità, con i brindisini che chiudono la frazione in vantaggio per 3-1 (doppietta di Cigliola e rete di Perseo).
Nel secondo tempo, invece, il Messapia forse crede di aver fatto propria la gara e di questo rilassamento ne approfittano alla grande gli ospiti che sono capaci di compiere una clamorosa rimonta, portandosi persino sul 3-5. Nei minuti finali, con il gioco del portiere, Cigliola realizza altri due gol, ma nel mezzo c’è un tiro libero realizzato dai rutiglianesi che pesa come un macigno per risultato finale di 5-6.
In casa brindisina ci sarà da lavorare per curare questo aspetto “casalingo” se si vuole continuare a migliorare la classifica di un campionato che, in ogni caso, la vede come protagonista in positivo.
Il Messapia Brindisi è ora atteso da due trasferte consecutive di sabato con formazioni che la precedono in graduatoria, Aquile Molfetta e Futsal Canosa, frammezzate da un impegno infrasettimanale al “Da Vinci”, la sera di martedì 10 febbraio, con l’Olympique Ostuni.

Futsal Messapia Brindisi
1 Frattini (p), 4 Macaolo, 6 Zaccaria A. (cap.), 7 Zaccaria V., 8 Caselli, 9 Cigliola, 10 Tomassini, 11 Romano, 12 Perseo, 16 Putignano (p), 18 Corsa, 19 Calderaro. All. Di Serio C.. Dir. Ribezzi.
Marcatori: Cigliola (4) e Perseo.
Ammoniti: Macaolo e Perseo.
Espulsi: Zaccaria V. (doppia ammonizione) e il dirigente Ribezzi.

Risultati 22^ giornata Serie C1
Casalsavoia-Thuriae 4-1, Diaz Bisceglie-Atletico Cassano 2-4, Fuente Lucera-Aquile Molfetta 0-7, Futsal Capurso-Five Bari 4-2, Futsal Messapia Brindisi-G.A. Rutigliano 5-6, Grazy Four Casamassima-Futsal Canosa 1-13, Jonny Frog Castellaneta-Olympique Ostuni 6-5, Real Five Carovigno-Città di Altamura. Ha riposato: Audace Monopoli.

Classifica
Futsal Canosa, Futsal Capurso 49; Aquile Molfetta 44; Five Bari 40; Futsal Messapia Brindisi* 38; Atletico Cassano* 37; Casalsavoia* 29; Real Five Carovigno 28; Diaz Bisceglie 26; Fuente Lucera 25; Olympique Ostuni 24; Città di Altamura*, Thuriae 23; G.A. Rutigliano, Jonny Frog Castellaneta 22; Audace Monopoli* 17; Grazy Four Casamassima 5. *squadre che hanno riposato anche al ritorno.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.