BRINDISI, Pierfrancesco Favino è «Servo per due». Per gli spettatori del Verdi una promozione speciale

L’attore romano è regista e protagonista dello spettacolo ispirato alla commedia goldoniana «Il Servitore di due padroni». In scena al Verdi di Brindisi giovedì 26 e venerdì 27 febbraio. Per l’occasione la Fondazione lancia una promozione limitata sul prezzo del biglietto.

«Servo per due» ha radici in Carlo Goldoni. La commedia, ispirata all’adattamento del commediografo inglese Richard Bean, ha un capocomico d’eccezione, Pierfrancesco Favino, che divide la scena con dodici attori del «Gruppo Danny Rose». Per lo spettacolo, in scena al Verdi di Brindisi giovedì 26 e venerdì 27 febbraio (ore 20.30), la Fondazione Nuovo Teatro Verdi ha pensato a una speciale promozione sul biglietto, nell’idea di incentivare il rapporto con il teatro e le sue attività anche attraverso gli strumenti messi a disposizione da Internet: a partire da domenica mattina, infatti, sarà possibile stampare dal sito www.fondazionenuovoteatroverdi.it un coupon (sul quale è riportato il codice della promozione) per l’acquisto del biglietto, previa presentazione al botteghino, a soli 15 euro, per un numero limitato di posti nel secondo settore e in galleria. La promo è valida fino a mercoledì 25 febbraio secondo i consueti orari di apertura del botteghino del teatro (ore 11-13 e 16.30-19).

promo couponTra i più apprezzati esponenti del giovane cinema italiano, Pierfrancesco Favino è un Arlecchino affamato e innamorato, trasportato in una Rimini anni Trenta. Una riflessione diversa sul classico goldoniano «Il Servitore di due padroni», lo spettacolo si presenta come una commedia comica, con attori che cadono dalle scale, che sbattono le porte, che fanno battute a doppio senso e giocano con il pubblico; la musica è parte integrante ed è eseguita dal vivo dall’orchestra «Musica da Ripostiglio», composta da quattro elementi che hanno curato anche gli arrangiamenti delle più note canzoni dell’epoca. La Commedia dell’arte aleggia nelle sgambettate arlecchinesche di Favino, nell’improvvisazione, nei giochi di parole e nei colpi di scena. Diversa, ma ancora viva, arriva ai giorni nostri. Il protagonista indossa e toglie la maschera. Fa l’attore e l’attore che dismette i suoi panni per smontare un’idea di teatro ormai superata.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.