BRINDISI, Domenica 1 marzo 2015 – Inaugurazione altalena per disabili al Parco Giochi del quartiere Casale di Brindisi

Sarà per Domenica 1° Marzo 2015 (salvo problematiche legate al maltempo) presso il Parco Giochi del Quartiere Casale di Brindisi l’atto conclusivo ma più simbolico della raccolta fondi (realizzata nel mese di dicembre e nella prima settimana di gennaio) promossa dall’Associazione Culturale ricreativa “Amici della Conca” legata al “TUFFO DI CAPODANNO 2015”, la CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELLE ALTALENE.

Fabiola Spalluto alla Conca con la maglia del Tuffo 2015
Fabiola Spalluto

L’evento, condotto dal giornalista Nico LORUSSO, avrà inizio alle 10:45 e vedrà la presenza già confermata del Presidente dell’Associazione “Amici della Conca” Gino CRASTOLLA e diversi esponenti della stessa, una delegazione del Comando di Vigili del Fuoco, rappresentanti istituzionali, responsabili e membri di varie Associazioni per assistenza ai disabili cittadine, rappresentanti di aziende, associazioni ed enti che hanno contribuito economicamente alla causa del Tuffo di Capodanno, cittadini di Brindisi e Provincia, gruppi spontanei di lavoratori, professionisti e studenti di diverse scuole della città.

 Madrina della Cerimonia e Testimonial dell’Inaugurazione, una storica frequentatrice del “Tuffo di Capodanno” insieme al gruppo di Harleysti di cui è parte integrante, Fabiola SPALLUTO che in più occasioni ha guardato all’evento di apertura dell’anno della sua città con ammirazione e approvazione. La brindisina, reduce dalla recente e commovente esperienza televisiva del programma Mediaset “C’è posta per te” dove ha incontrato l’attore Matthew McCnaughey, taglierà il nastro insieme al presidente dell’Associazione “Amici della Conca” Gino CRASTOLLA


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.