Ekoclub International Brindisi a Oria per l’ambiente

Quando il volontariato opera concretamente per il territorio, significa che si sono raggiunti ottimi risultati ed obiettivi, per se stessi ma soprattutto per le comunità. E’ quanto successo praticamente all’ Associazione Ekoclub International e alle Guardie Volontarie che, da fine luglio a fine gennaio, hanno svolto attività di informazione, prevenzione e repressione sulla problematica dei rifiuti nel Comune di Oria.

Attività svolta in stretto coordinamento con l’ Amministrazione Comunale ,la Società Monteco (che si occupa del servizio gestione rifiuti) e il Comandante della Polizia Municipale Emilio Dell’Aquila, in una sinergia che ha subito intrapreso la strada giusta. Perché la problematica dei rifiuti ha ormai una consistente valenza e coinvolge tutte le realtà del territorio, cittadini, enti, istituzioni.
L’ Amministrazione Comunale di Oria ( grande “ regista” del progetto attraverso soprattutto l’ impegno quotidiano del Sindaco Cosimo Pomarico e dell’ Assessore all’ Ambiente Cosimo Di Giovanni) e la Monteco S.r.l. hanno chiesto aiuto alle Guardie Ekoclub e ai dirigenti responsabili dott. Angelo Pomes ( Coordinatore Guardie Ekoclub) e dott. Clemente Carlucci( Presidente Ekoclub) per la significativa professionalità dimostrata dall’ associazione nei vari progetti e attività in campo ambientale e la delicata situazione sotto il profilo ambientale e emergenza rifiuti ( tuttavia comune a quasi tutta la provincia brindisina) del centro cittadino oritano e l’ agro.
Dunque, informazione, prevenzione e repressione. Sono stati questi gli obiettivi che sin da subito si sono postile Guardie Volontarie ( puntualmente coordinate dal dott. Pomes e dall’ Ispettore Ferdinando Cocciolo) ed hanno permesso anche di comunicare con la comunità oritana e i dirigenti dell’ Amministrazione Comunale e della Società Monteco. La costante presenza delle Guardie ( secondo i giorni e le fasce orarie previste da una Convenzione stipulata con Monteco S.r.l.) ha permesso di eliminare o limitare in maniera significativa il fenomeno dell’ abbandono illegale dei rufiuti, sia nel Centro ( dove il fenomeno è andato via via scomparendo) e sia nell’ agro di Oria ( dove la problematica è maggiore a causa dell’ inciviltà di alcuni cittadini). Ad esempio, proprio le continue segnalazioni delle nostre Guardie ( rivenienti tra l’ altro delle relazioni puntualmente inviate al Sindaco di Oria, l’ ufficio ambiente, il Comandante della Polizia Municipale e la Monteco) hanno fatto sì che l’ Amministrazione e la Monteco intervenissero per la bonifica e la rimozione dei rifiuti nella S.P. 56 ( Oria – Francavilla Fontana), una delle zone concretamente a rischio per l’ abbandono dei rifiuti.
In sostanza, un servizio di vigilanza che ha dato un valido contributo ai bisogni della comunità oritana e delle istituzioni locali, anche attraverso la forza della comunicazione, che nel campo ambientale è di fondamentale importanza. L’ Ekoclub International Brindisi si augura che questo progetto ( che ha arricchito sicuramente anche e soprattutto sotto il profilo morale) abbia continuità. Le istituzioni e le amministrazioni locali sono in abbastanza in difficoltà sulla problematica dei rifiuti ed hanno indissolubilmente bisogno del’ aiuto dei cittadini e delle associazioni di volontariato.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.