Martedì 17 marzo Priscilla Bei ospite ai Microfoni di Idea Radio

Martedì 17 marzo nel corso della trasmissione “Live” condotta da Jossie Donatiello e in onda dalle 17.00 alle 19.00 sarà ospite l’artista Priscilla Bei.
Priscilla Bei è nata a Roma nel 1987 e inizia gli studi musicali a quattordici anni. La sua formazione principale avviene tra le mura della Scuola Popolare di Musica di Testaccio dove dal 2002 scopre un gusto che tende sempre più alle sonorità del jazz e della bossa nova.


Dal 2010 cura il suo progetto di brani originali, cambiando diversi organici. L’idea è quella di creare un repertorio di canzoni in lingua italiana che si mescolino con il mood del jazz e della bossa nova ma che restino aperte anche alle influenze più moderne dell’elettronica e del pop. Nel 2014 è vincitrice del concorso Music..Ale di Buti (Pisa) per la categoria solisti con i brani Parla Pure e A Marsiglia. Partecipa al contest “Musica Controcorrente” svoltosi presso il CET di Mogol e vince il Premio Siae con Samba di Città come “Miglior Composizione”, e la targa “Omaggio a Mogol” con l’arrangiamento e reinterpretazione di Vento nel Vento (Battisti-Mogol).
bei-Il 7 febbraio è uscito l’EP Una Storiavera composto da 5 tracce ed è una felice sintesi tra sonorità pop e influenze jazz, con uno sguardo sempre attento al panorama della canzone italiana. Una piccola raccolta di racconti al confine tra realtà e immaginazione, in bilico tra la metafora e la vita, tra la sincerità e l’autoironia.
I brani nascono dal desiderio di raccontare in musica quello che le parole da sole non sarebbero riuscite a svelare. Da “Parla Pure”, pezzo cinico e disincantato che smaschera con un andamento velatamente reggaetutte quelle situazioni inaspettate in cui si inciampa quando i retaggi adolescenziali tornano a farci visita, fino a “Ulisse”, dove l’ascoltatore viene trasportato sulla nave dell’eroe di Omero, passando attraverso “La Lista”, un blues delle buone intenzioni e delle promesse che da sempre si scontrano con la pigrizia e con le distrazioni che la vita ci regala strada facendo, e “A Marsiglia” dove ci si immerge fra i fischi dei marinai e le voci sguaiate del porto.
Un EP, insomma, ispirato dai racconti romanzati di un’amica lontana, da un amore lasciato in sospeso, da immagini confuse di ricordi vividi e poetici. Un sogno così bello da sperare che sia, ancora una volta, Una Storiavera.
L’intervista potrà essere seguita anche in streaming sul sito www.idearadionelmondo.it.

La Pole Dance a Brindisi si chiama Vertical Gym

Inaugurata sabato scorso a Brindisi, in Via Romolo 49,

la Scuola di Pole Dance Vertical Gym

Danza artistica, Sport, Sensualità, Fitness e Acrobatica