«Le Luci di Brindisi»«GIGI E I SOLITI ACCORDI» SABATO SUL PALCO DEL VERDI

Sabato 15 dicembre (ore 19.30) il concerto di Gianluigi Cosi sul palcoscenico del Teatro Verdi. Nel programma canzoni italiane che appartengono a periodi e stili musicali diversi. Ingresso libero.

Sul palcoscenico del Nuovo Teatro Verdi di Brindisi arrivano «Gigi e i soliti accordi. I cantautori di ieri e di oggi». Questo il titolo del concerto di Gianluigi Cosi, con ingresso libero, che andrà in scena sabato 15 dicembre, alle ore 19.30, nell’ambito della rassegna «Le Luci di Brindisi. La Città a Natale» organizzata dal Comune di Brindisi e dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi. Un viaggio inedito attraverso la storia e il presente della musica italiana presentato in set acustico, con cajón, basso, chitarra acustica e piano. «Abbiamo pensato ai soliti accordi – ha detto Gianluigi Cosi – per dare una traccia comune ai pezzi che suoneremo mettendone in risalto soprattutto la semplicità. Si tratta di canzoni semplici da cantare e da suonare, quanto piacevoli da ascoltare. Si tratta di un progetto nuovo e per noi è un privilegio inaugurarlo in uno scenario della città così bello e ufficiale. Una scena musicale che guarda al Natale tra mille auspici e il dono della bellezza che la musica ci offre ogni giorno».

Nella cornice del palcoscenico del Verdi, Cosi e compagni svolgono un filo musicale che unisce alcuni pezzi di storia del Paese ai motivi più familiari, quelli che segnano un ricordo o un periodo della propria vita: dall’ironia irriverente di Rino Gaetano a «Il gatto e la volpe» e «L’isola che non c’è» di Edoardo Bennato, da «Ci vuole un fisico bestiale» di Luca Carboni a «Me so ‘mbriacato» di Alessandro Mannarino, da «Via con me» («It’s wonderful») di Paolo Conte a «La classe degli asini», canzone cantata da Natalino Otto nel 1948. Tinte e sfumature diverse dentro un quadro musicale che Gianluigi Cosi (chitarra acustica e voce) ha delineato con l’idea di sorprendere e divertire: con lui sulle assi del Verdi Romolo Cennamo (piano e cori), Fabio Masi (basso) e Vincenzo Marrazza (cajón e percussioni). 

 

Programma completo «Le Luci di Brindisi» su goo.gl/jWQCdx


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.