BRINDISI.“Disabilità dai Diritti di carta ai diritti reali”.svolto lunedì scorso presso la Sala Università a Palazzo Nervegna il Convegno.di Ferdinando Cocciolo

.   Si  è svolto  lunedì  scorso presso  la Sala Università  a  Palazzo Nervegna  il  Convegno dal titolo :  “Disabilità dai  Diritti  di carta ai diritti reali”, organizzato  dal Club  Unesco Brindisi.   Una problematica  che sta facendo sinergia, ma la  strada da  percorrere  è ancora lunga.

La  disabilità, una problematica  che, se ben gestita  e monitorata, può anche diventare un’ importante risorsa.  Chi  continua  a considerare  il diversamente abile un  “ diverso” è lui  proprio  il  DIVERSO, una persona che non crescerà mai, sarà sempre rinchiusa  dentro  le sue complessità, indifferenza ed egoismo.

Ma di  disabilità  se ne deve parlare, viceversa  sarebbe un errore imperdonabile, per le istituzioni e le comunità.  E’ quanto si sta  facendo, per fortuna,  a Brindisi, attraverso  varie iniziative, manifestazioni, convegni,  informazioni, dibattiti  organizzati da varie associazioni.

Associazioni, movimenti che stanno portando anche proposte costruttive  alle istituzioni, la nuova  Amministrazione Comunale  ma anche la stessa  Regione Puglia.  Le persone disabili( in ogni caso e per ogni  fascia  d’età) non devono mai sentirsi  sole.   Quasi  due anni  fa è stata  costituita   “ Rete  Disabilità”, una rete di   associazioni  di volontariato  che si battono per i più deboli, un percorso  che ora è sempre più consolidato.  E  non casualmente,  alcuni responsabili ( tra cui  il  Presidente AISM e della Rete Giuseppe  Di Giorgio) sono stati  i relatori  del  convegno  che si è tenuto  lunedì   scorso presso  la Sala  Università di  Palazzo Nervegna, dal titolo  “ Disabilità, dai Diritti  di carta  ai diritti reali”, organizzato   dal Club    Unesco  Brindisi.

Un convegno   in cui , appunto, si  è parlato  di  diritti (  quelli di  chi  ha il diritto di avere una vita dignitosa  e piena di futuro e speranze)  ed anche di doveri, quelli  di chi(  le amministrazioni, la politica, le istituzioni) deve tutelare questi diritti, attraverso progettualità, percorsi  condivisi  e concreti.

Gli  interventi  introduttivi, quelli   della  Presidentessa  Club  Unesco  Brindisi  Clori   Ostillio  Palazzo  e   l’ Assessore   comunale  ai  Servizi  Sociali  Isabella   Lettori.   Un confronto – dibattito, gli  interventi  dei relatori :   Giuseppe  Di  Giorgio,  Sergio    Quaranta ( Presidente  AIPD Brindisi), Michele  Sardano  ( Presidente   UICI  – Unione  Ciechi  Ipovedenti), il dott.  Francesco  Colizzi  ( Direttore  Centro  Salute Mentale), Gabriella  Gravili  ( che ha trattato  le problematiche dei diversamente abili proprio sotto il profilo affettivo  e non solo), Roberto  Covolo(  Assessore comunale  alle politiche giovanili).   Moderatrice  dell’ iniziativa    la pedagogista  Elvira  D’ Alò.

Le  persone disabili    hanno bisogno di serenità, spazi, strutture, amicizie, fratellanza, solidarietà.  Rendiamoci conto,  quanti   “ invisibili” ci sono  in città, che vogliono  un cambio di rotta da parte delle istituzioni.

La nuova  Amministrazione Comunale  sta confermando  l’ interessamento verso  le problematiche di  chi può  “insegnarci  qualcosa”, con progetti  proposti tra l’ altro  dalle stesse associazioni che devono solo essere messe definitivamente in pratica.  Come  conferma  l’ Assessore ai Servizi  Sociali  Isabella  Lettori  :  “  Per queste persone  e le loro famiglie,  metteremo   a disposizione  già  le strutture del Centro  polivalente  Anziani di   Bozzano e  la  palazzina  dei  Servizi   Sociali, nell’ ambito   anche del  servizio di integrazione scolastica.   E’ solo  un’ inizio, nel contesto  di progetti  e iniziative che vogliono far sentire vive  persone che hanno tanto bisogno di calore  e sostegno”.

Già, la strada  da fare è ancora lunga, ma, come detto, con la sinergia  e la condivisione,  si può davvero fare tanto in una città  ancora alle prese con le barriere  architettoniche.

Istituzioni, mondo del  volontariato,  comunità,  tutti  insieme  per una   Brindisi  migliore, in cui possa sempre trionfare  la  solidarietà  umana.

Video  Interviste a  Gabriella  Gravili  ( Sessuologa), Clori   Ostillio Palazzo   (  Presidentessa Club  Unesco  Brindisi), Elvira   D’ Alò  ( Pedagogista), Giuseppe   Di Giorgio(  Presidente  Rete  Disabilità),  Isabella  Lettori  (  Assessore  comunale Servizi   sociali).