BRINDISI.Sciopero di 4 ore dei lavoratori “Gh Puglia” dell’Aeroporto del Salento.

La Fitl-Cgil proclama, per il 16 dicembre 2018, quattro ore di sciopero dalle 11.00 alle 15.00, dei lavoratori iscritti alla categoria, della società Gh Puglia che opera presso l’aeroporto del Salento.


Motivo dell’agitazione è la richiesta di reintegro del personale assente dal servizio a vario titolo (maternità, malattia, aspettativa e licenziamento) al fine di assicurare la copertura dei turni di lavoro evitando un aggravio delle condizioni lavorative e il ricorso allo straordinario in un contesto di applicazione della solidarietà, quale ammortizzatore sociale da parte aziendale.
I volumi di traffico aereo, infatti, sull’aeroporto di Brindisi, sono identici a quelli dei precedenti periodi invernali, con il conseguente insostenibile sovraccarico di lavoro per le unità presenti costrette ad autentici tour de force quotidiani, in cui
l’emergenza non è dettata da eventi contingenti, ma è diventata purtroppo una costante.
La Filt-Cgil stigmatizza, peraltro, il comportamento dell’azienda, caratterizzato dalla totale chiusura al confronto, scaduto in alcune spiacevoli situazioni in autentici <aut-aut> nei confronti del sindacato.
I lavoratori auspicano un maggiore impegno da parte della politica, ad una più attenta e vigile concorrenza sulle società di handling e tra la scelta delle destinazioni e delle opportunità di viaggio fra i due principali aeroporti pugliesi.
“La Filt-Cgil si scusa per eventuali disagi con i passeggeri, ma la protesta è volta proprio a migliorare le condizioni dei lavoratori per consentire l’offerta di un servizio sempre più adeguato alle esigenze dei viaggiatori “


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.