BRINDISI.Eni Versalis, Produzione ed Ecosostenibiltà

In tempi non sospetti, la Cisal Chimici, ha sostenuto l’utilizzo ipocrita dello slogan della tutela ambientale come vessillo propagandistico di facile fruizione, tanto da riuscire a concepire  attraverso pomposi convegni,  tenutisi qualche anno fa  presso Palazzo Nervegna, la bizzarra idea della “Foresta Amazzonica” che, secondo alcune raffinate menti, sarebbe dovuta nascere sull’area SIN (sito di interesse nazionale).

La nostra Organizzazione Sindacale ritiene, invece, che lo Sviluppo Ambientale ed Economico del territorio passi, soprattutto oggi, dalla virtuosa coniugazione dei Processi Industriali tradizionali ad innovativi percorsi di sostenibilità.

A tal proposito, il recente ottenimento, da parte di Eni Versalis, della insigne certificazione ISCC Plus  per monomeri, intermedi, polimeri ed elastomeri prodotti con materie prime sostenibili da bionafta e da riciclo chimico, consentirà in diversi siti, tra cui Brindisi, di offrire al mercato prodotti decarbonizzati e circolari.

Questo elevato traguardo è il giusto riconoscimento alle strategie di politica industriale, iniziato tempo fa, che, comunque, non lesina alcuno sforzo in termini di consolidamento degli attuali processi produttivi e mantenimento degli standard di sicurezza, vedi, ad esempio, Digital Trasformation ( Smart Operator e Manutenzione Predittiva ) e Torcia a Terra.

Emerge, dunque, al di sopra degli sterili proclami perbenisti di una certa politica, la concreta determinazione di Eni Versalis, di cui prendiamo opportunamente atto, la quale, riguardo i tanto auspicati concetti di sviluppo sostenibile ed economia circolare, tangibilmente passa dalle parole ai fatti.

 

Segreteria Provinciale Cisal Chimici e 

Responsabile Nazionale FIALC CISAL  Comparto Eni ,

  Massimo Pagliara


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

BRINDISI.Si è perso il cane Totò, l’ appello disperato della padrona .

Totò, un bellissimo cane, affettuoso, che si è perso presso la struttura commerciale

Brinpark a Brindisi. Totò, che è come un figlio per la propria padrona, una donna

anziana. L’ultimo avvistamento di Totò ieri mattina, al Parco del Cesare Braico, per

chi avesse  notizie questo il numero di cellulare a cui rivolgersi 3491449713.