BRINDISI.#GenerAzioneMare, per difendere il Capitale Blu

Anche per il 2021 il programma del WWF prevede il proseguimento della Campagna Mare, finalizzata alla difesa del Capitale Blu del nostro mare, che concentrerà l’attenzione ancora sulla lotta all’inquinamento da plastica, reso ancora più visibile e grave dall’emergenza sanitaria che ha visto un ritorno all’utilizzo di plastiche monouso, non solo mascherine e guanti.

Ogni anno finiscono nel Mar Mediterraneo 570mila tonnellate di plastica con il risultato che per ogni chilometro di litorale, si accumulano oltre 5 kg di rifiuti plastici al giorno. Lenze, reti da pesca, buste, bottiglie, flaconi e molto altro: i grandi pezzi di plastica feriscono, strangolano e causano spesso la morte di animali come tartarughe e uccelli marini. 

Sono 134 le specie tra pesci, uccelli, tartarughe e mammiferi marini che nel Mediterraneo sono vittime dell’ingestione di plastica, che non scompare mai: si frammenta solo in pezzi più piccoli,  la microplastica. Il mare nostrum ha soltanto l’1% delle acque mondiali, ma contiene il 7% della microplastica marina.

Noi, però, nel nostro piccolo possiamo fare la differenza.

Scendi in campo con noi per pulire il litorale!

Domenica, 23 maggio, dopo la pausa forzata dei mesi scorsi, torna anche a Brindisi il tour plastic free con i volontari del WWF che per questa occasione uniranno la loro azione di pulizia all’evento di residenza teatrale A MARE, promossa da TEX – Il teatro dell’ExFadda, a cura di AMA – Accademia Mediterranea dell’Attore, in una giornata per intrecciare narrazioni e rifiuti come innesco di nuove relazioni e opportunità.

L’evento, durante il quale sono previsti anche diversi momenti laboratoriali, seguirà due traiettorie: 

  1. La raccolta dei rifiuti sulle spiagge sarà innesco, opportunità di riattivazione e rigenerazione delle relazioni; 
  2. La raccolta di narrazioni, pensieri, emozioni di comunità sul tema del ritorno si incentrerà su tutte le declinazioni della parola “filo”, finalizzate alla creazione di un filo che unisca il teatro alle arti e alle pratiche rigenerative di comunità. 

 

Verranno allestite due “Oasi aperte di raccolta di pensieri, voci e storie”, che funzioneranno per tutto il tempo della pulizia del litorale: un’oasi sarà coordinata dalle attrici di AMA, l’altra da La Chimera – Scuola di arte contemporanea per bambini e bambine.

Importante avviso ai partecipanti: portate con voi vecchi filati, di lana o di cotone!

 

L’evento sarà subordinato alla situazione sanitaria in corso, per la quale si richiama la responsabilità individuale al rispetto di misure, regolamenti e leggi nazionali e regionali per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Sars-Cov2/COVID-19 per poter svolgere le nostre iniziative con serenità.

___________________________________________

L’evento è finanziato nell’ambito del bando regionale Programma Straordinario 2020, con la collaborazione di TEX – Il teatro dell’ExFadda, Teatro Menzatì, La Chimera – Scuola di arte contemporanea per bambini e bambine, AMA – Accademia Mediterranea dell’Attore, WWF Brindisi ONLUS, L’Associazione Verso, Associazione Amici di Specchiolla, Associazione Radici e Thalassia Coop.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.