Notte Verde – VII ed. a Cisternino (Br)

A partire dal 10 giugno avrà luogo la settima edizione di “Notte Verde”, evento enogastronomico che costituisce un perfetto connubio tra tradizione, cultura e spettacolo e che da anni rappresenta uno dei fiori all’occhiello dell’estate cistranese. 

Quest’anno il festival organizzato dall’associazione Urbieterre ha come titolo “I percorsi” e si svilupperà in diverse location. I paesaggi più caratteristici e mozzafiato della Valle D’Itria saranno infatti il palcoscenico di eventi dedicati al rapporto uomo-natura e a Dante, di cui si celebra proprio quest’anno il settecentenario.

Il festival si aprirà il 10 giugno con il “Banchetto dei Saperi” presso la Masseria Capece a Cisternino (BR). Qui si terranno non solo la presentazione dell’evento e del suo leitmotiv a cura di Angela Milone, ma anche la declamazione del giornalista Nando Sallustio di parte de “Il Convivio”, lo spettacolo musicale del celebre compositore statunitense Serge Colbert (accompagnato da Francesco Gnocchi) e la degustazione enogastronomica dei prodotti delle aziende di Notte Verde. Promotori della serata, la cui partecipazione necessita di prenotazione, sono il Rotary Club di Ostuni e Fasano e il Lions Club di Ostuni Città Bianca. 

A seguire troviamo una serie di percorsi naturalistici e artistici come “Inferno fra le Rocce e le Dune” il 9 luglio, presso la zona umida del Parco Regionale delle Dune Costiere, “Dai trappeti ai ciddari” il 30 luglio, partendo dalla piana e salendo la scarpata Murgiana, “Come il vino ti cambia la vita” il 31 luglio, presso Casalini. Durante queste serate ci saranno anche reading letterari e momenti musicali. 

Non mancheranno ovviamente mostre ed esposizioni, come la mostra “Percorsi oltre il valico”, curata da Giuseppe Lupoli e che si terrà presso il palazzo Lagravinese di Cisternino dal 10 al 19 agosto. 

Dulcis in fundo il 18 e il 19 agosto, come da tradizione, il borgo di Cisternino sarà sede di reading letterari, degustazioni, momenti musicali e installazioni artistiche. Da non dimenticare la tavola rotonda intitolata “Il gusto della geografia e la geografia del gusto”.

“La scelta di una formula itinerante in ampi spazi all’aperto- riferisce il direttore artistico del Festival Giuseppe Losavio- è stata fatta per soddisfare in sicurezza il bisogno umano di ritrovarsi e valorizzare e tutelare i nostri territori e le nostre tradizioni”. 

Un Festival che lascia sempre a bocca aperta, che riesce ad esaltare la bellezza e la cultura del territorio pugliese. 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.