Tenuto il convegno dal titolo – tema : “Donne libere di essere libere”.

SI è tenuto venerdì sera, presso il piazzale antistante la Camera del Lavoro della Cgil Brindisi, il convegno dal titolo – tema : “Donne libere di essere libere”. Video Intervista a Filomena Principale, Segretaria Cgil Puglia Delega Politiche di Genere .

Donne libere di essere libere”, un messaggio, un tema sempre di strettissima attualità, una rivendicazione ampiamente condivisa, il tema di un Convegno organizzato dalla Cgil Brindisi venerdì sera, nel piazzale antistante la Camera del Lavoro in Via Palmiro Togliatti , a cui hanno partecipato rappresentanti e dirigenti ( locali e regionali) dell’ organizzazione sindacale, molti cittadini, associazioni, movimenti, comitati, rappresentanti politici e delle istituzioni. Del resto, attraverso diverse iniziative in tutti questi anni, la comunità brindisina è da sempre attenta verso una problematica che va oltre le differenze, le diverse appartenenze politiche, quei pregiudizi purtroppo ancora esistenti .

L’ Iniziativa, moderata da Chiara Cleopazzo ( Responsabile Politiche di Genere FP Cgil Brindisi), ha visto interventi e partecipazioni qualificate e significative : Filomena Principale ( Segretaria Cgil Puglia – Delega Politiche di Genere ), Filomena Schiena ( Segretaria CGIL Brindisi – Delega politiche di Genere), Antonio Macchia ( Segretario Generale Cgil Brindisi), Maria Elisabetta Caputo ( Consigliera di parità della Provincia di Brindisi), Francesca Bellè ( Segretaria G. D Provincia di Brindisi), e altri .

Ma le donne oggi, in Italia e non solo, sono veramente libere ? Un quesito a cui cerca di rispondere, ad esempio, Filomena Schiena, che ha introdotto il convegno, incentrato su diversi temi e problematiche legate l al ruolo della donna nella società, nel mondo del lavoro, le difficoltà di ricoprire ruoli di rappresentanza . “ Le donne oggi sono veramente libere ? La risposta è sicuramente no, perché libertà è avere la possibilità di scegliere , e questo , purtroppo, è ancora un diritto negato in troppi settori e parti del mondo . Nel lavoro la donna – ha sottolineato Filomena Schiena – è un soggetto fortemente discriminato e sfruttato, nonostante le tante battaglie civili e sindacali che hanno portato alla conquista di diritti. Tasso di occupazione tra i più bassi d’Europa, retribuzioni più basse anche del 30% rispetto all’uomo anche a parità di mansioni. Nella sfera familiare tutto il lavoro di cura ricade ancora quasi esclusivamente sulle donne. Libertà significa indossare un vestito più corto e non essere additata come una dai “facili costumi”. Libertà significa non provare angoscia quando si torna la sera tardi a casa. Significa non avere paura a dire “no” ad uno sconosciuto o al proprio uomo quando le attenzioni ricevute non sono desiderate. Significa non vivere nella paura di essere ammazzata quando si decide di troncare una relazione. Possiamo dire di aver avuto delle “concessioni”, ma non la totale libertà».

Di stereotipi, condizionamenti, diseguaglianze che in sostanza rappresentano ancora dei limiti per raggiungere le uguaglianze declinate dall’ art. 3 della costituzione, ha parlato nelle sue conclusioni la Segretaria Cgil Puglia con delega alle Politiche di Genere Filomena Principale : “Sensibilizzare e praticare l’uguaglianza di genere – ha detto -, vuol dire riconoscere e garantire diritti che, altrimenti non vengono esercitati, ledendo in questo modo la libertà delle donne: quella di emanciparsi, di essere autonome, di scegliere e decidere. Per questo serve come sindacato l’impegno a formare i gruppi dirigenti nell’intervenire nei luoghi di lavoro non solo con informazione ma anche con iniziative in modo da aprire anche delle vertenzialità con i datori di lavoro, per mettere in atto migliori condizioni affinché questi pregiudizi e questi stereotipi possano essere eliminati e si possano determinare reali condizioni per le donne di esplicare al meglio le proprie caratteristiche individuali “.

In definitiva, sul ruolo della donna nella società e in ogni settore della vita quotidiana, c’è ancora tanto da fare e lavorare, ed è questo dunque il senso, il messaggio dell’ iniziativa organizzata dalla CGIL Brindisi. Ma per arrivare a questo, inevitabilmente, si ha bisogno di una grande sinergia e condivisione che, tra l’ altro, non può prescindere da progettualità, politiche, iniziative “ mirate” e anche innovative e coraggiose .

 

Foto di Marcello Altomare

VIDEO INTERVISTA A Filomena Principale ( Segretaria Cgil Puglia – Delega Politiche di Genere )


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.