Presentato, presso l’ Accademia degli Erranti a Brindisi il libro di Elvira D’ Alò e Antonella Mastro “ Da Grande vorrei fare il Genitore “. Video Interviste.

E LE ANTICHE STRADE, sempre più un’ Associazione, una realtà che sa coniugare insieme ARTE, CULTURA, SOCIETA’, INIZIATIVE, CONVIVIALITA’, STORIA, TRADIZIONE, VALORIZZAZIONE DELLA TERRA.

Una realtà, guidata dalla Presidentessa Rosy Barretta, che anche nel periodo natalizio ha messo in campo diverse iniziative, coinvolgendo ogni fascia della comunità brindisina, trasmettendo tra l’ altro un “ messaggio anche originale e coinvolgente del Natale”.

Presentazioni di libri, opere, esperienze raccontate da uomini di cultura, della società brindisina e non solo, legate alla Rassegna “ Le Pagine Erranti”.

Un “ contenitore “ che ha visto, venerdì pomeriggio presso la Sala conferenze dell’ Accademia degli Erranti ( puntualmente gestita, portata avanti da BRINDISI E LE ANTICHE STRADE) nell’ ex Convento delle Scuole Pie in Via Tarantini, la presentazione del libro di Elvira D’ Alò e Antonella Mastro “ Da Grande vorrei fare il Genitore “.

Un tema che riguarda ognuno di noi, la comunità, ilo mondo delle relazioni e della scuola, le famiglie, quel rapporto tra genitori e figli che va consolidato, approfondito.

Quello che, appunto, hanno fatto nel loro libro Elvira D ‘Alò e Antonella Mastro, protagoniste tra l’ altro, profonde conoscitrici del mondo della scuola, di quelle relazioni che esaltano indubbiamente ( ed inevitabilmente) la correlazione tra essere docenti ed educatori .

Un tema a cui BRINDISI E LE ANTICHE STRADE sta ponendo la massima attenzione, che ha visto venerdì scorso una significativa e importante partecipazione di pubblico .


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.