SAD ED ADI DI BRINDISI E SAN VITO DEI NORMANNI, ANCORA UNA VOLTA I LAVORATORI SENZA STIPENDIO DA OTTOBRE, LO DENUNCIA LA FP CGIL BRINDISI

SEGRETERIA TERRITORIALE
Viale P. Togliatti, 42 – 72100 BRINDISI

🕿 0831/514360 – Fax 0831/584928
🖂 cgilfunzionepubblicabr@gmail.com

 

🖂 fpcgilbrindisi@pec.it

                                                                          

 

                                               AL SINDACO DI BRINDISI

                                                                           

                                               AL SINDACO DI SAN VITO 

                                               AMBITO BR1/ CONSORZIO BR1

                                               AL COMMISSARIO BR1

                                                  

                                               ASSESSORI SERVIZI SOCIALI

                                               DIRIGENTI SERVIZI SOCIALI 

                                               E CONSORZIO     

                                             

                                                                            Innotec soc. cooperativa

                                                                           

                                             

                                                      P/C            ITL DI BRINDISI  

                                                                       

                                                      P/C           PREFETTURA DI BRINDISI  

                                                            

 

      Organi di stampa            COMUNICATO STAMPA

   

                                                                              

Brindisi 02/12/2023

SAD ED ADI DI BRINDISI E SAN VITO DEI NORMANNI, ANCORA UNA VOLTA I LAVORATORI SENZA STIPENDIO DA OTTOBRE, LO DENUNCIA LA FP CGIL BRINDISI 

I COMUNI PROVANO SOLO INTERLOCUZIONI SENZA ALCUN ESITO E DETERMINAZIONI

                                          

I lavoratori dei servizi di assistenza domiciliare integrata e di assistenza domiciliare sono in stato di agitazione come preannunciato la settimana scorsa dalla FP Cgil di BRINDISI per tutti i servizi esternalizzati. 

Ma la situazione ora precipita sempre di più verso il baratro. Anche questo mese infatti i lavoratori OSS, assistenti sociali e amministrativi aspettano da giorno 20 del mese scorso come CCNL delle Coop. Sociali, lo stipendio, DIRITTO DOVUTO E NON RINVIABILE.

Operatori monoreddito per lo più, con bambini a carico e con anzianità di servizio da 10 anni a 20 anni, con una grande professionalità acquisita sul campo ed esperienza.  

Una situazione drammaticamente irrisolta che deve trovare le responsabilità e le definizioni poichè sono molti mesi che procediamo tramite i nostri uffici legali a diffide di pagamento che si ripetono per gli stipendi dovuti e la committente, ovvero il COMUNE DI BRINDISI e SAN VITO DEI NORMANNI non procedono alla revoca dell’appalto come da noi richiesto e come da capitolato di riferimento. 

Trattasi di servizi ad anziani e disabili con gravi fragilità, autosufficienti e non. Una situazione che ha  toccato il fondo, in cui a pagare veramente sono solo i lavoratori che con abnegazione e spirito di sacrificio continuano a garantire i servizi di assistenza, con mezzo proprio e anticipando anche le spese di carburante ogni mese. 

Chiediamo alla luce di gravi e tante criticità e disagi arrecati ad utenza e lavoratori un tavolo urgente alla Prefettura di Brindisi e di attivare cabine di controllo su una situazione veramente sfuggita alla vigilanza  della mano pubblica nel territorio brindisino per i servizi esternalizzati del comune di BRINDISI e SAN VITO DEI NORMANNI. 

Anni di illogiche determinazioni tardive e di un rimpallarsi di responsabilità burocratiche ed amministrative, tra soggetto gestore e ente appaltante stanno ledendo i diritti dei lavoratori gravemente e mettendo in crisi il sistema dei servizi esternalizzati del nostro territorio. 

Logiche di appalto e sub – appalto a ribasso e fuori da ogni preventiva programmazione e visione sociale, condivisione con le parti sociali, minano la tenuta del welfare brindisino, ormai ridotto a fanalino di coda di tutti gli ambiti provinciali e regionali. 

Sosterremo i lavoratori in ogni forma di protesta e non permetteremo a nessuno di utilizzarli come ultimo anello della catena assistenziale su cui rivalersi. 

Oggi e con forza, il loro grido di disagio viene comunicato con dignità attraverso la nostra nota stampa, infatti nonostante non abbiano i soldi per mettere un piatto a  tavola per i loro figli, anche oggi, dopo fallaci rassicurazioni e promesse, sono andati a lavorare senza stipendio da ottobre, continuando a fare il loro dovere, anticipando spese con tanta frustrazione, per il bene dell’ utenza ed a loro va’ il nostro sentito grazie, solo a loro. Questa situazione non è accettabile ora e neppure alle porte di un prossimo Natale che non si può e non si potrà certamente vivere più e ancora cosi’:

                                                                       â€œAdesso BASTA”  !!!!

 

LA SEGRETARIA PROVINCIALE FPCGIL BRINDISI  Chiara Cleopazzo e TUTTI I LAVORATORI DA NOI RAPPRESENTATI DI SAD E ADI DI BRINDISI E SAN VITO  


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: