Sanità, Nursing Up De Palma. «Maxi Emendamento di modifica all’Articolo 33 della Bozza della Legge di Bilancio.

Siamo sconcertati di fronte a ipotesi come quella che prevede la possibilità che un infermiere possa restare, di propria sponte, in servizio fino a 70 anni».

Pronti ad altri scioperi a gennaio, pronti a portare la protesta degli infermieri fino a Bruxelles.

 «Non possiamo non riconoscere quanto la nostra battaglia, quella degli infermieri italiani, finalmente combattuta al fianco dei medici, abbia in poco tempo lasciato il segno e fatto breccia nel muro della politica.

Apprezziamo il fatto che l’Esecutivo abbia quindi deciso di modificare l’articolo 33 sul possibile taglio delle pensioni, significa che la nostra protesta ha prodotto degli effetti importanti, ma approfondendone i contenuti non possiamo esserne ancora pienamente soddisfatti».

Così Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, Sindacato nazionale infermieri, commenta le modifiche presentate dal Governo al tanto discusso articolo 3 della Bozza della Legge di Bilancio.

«Continueremo accanto ai medici nella nostra serrata lotta – prosegue – arrivando se necessario e come annunciato a ulteriori giornate di sciopero nel mese di gennaio».

Infine, conclude, «siamo sconcertati di fronte a ipotesi come quella che prevede la possibilità che un infermiere possa restare, di propria sponte, in servizio fino a 70 anni».

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: