Dono natalizio per i bimbi del reparto Pediatria dell’Ospedale “Perrino” di Brindisi.

Il gesto d’amore di Armando Iaia del Caffè Matteotti per il quarto anno consecutivo.

È ormai una gioiosa consuetudine quella avviata dal Caffè Matteotti di Brindisi che da quattro anni rivolge un pensiero speciale ai piccoli pazienti del Reparto Pediatria dell’Ospedale “A. Perrino” di Brindisi attraverso la donazione di diversi panettoncini destinati a tutti quei bambini che trascorreranno il Natale e le altre festività di questo periodo dell’anno, che per molti rappresentano motivo di felicità, tra le corsie ospedaliere.
 
Un altro Natale di solidarietà per Armando Iaia titolare del locale brindisino che ha voluto spontaneamente rivolgere un pensiero significativo e tangibile perché, soprattutto in questo periodo dell’anno, nessuno, e in particolare i bambini, dovrebbe trascorrere le festività in precarie condizioni di salute e lontano dalle persone che amano. 
 
 Il mini-panettone, dolce natalizio per eccellenza, rappresenta il gesto solidale. Il carico di dolci è stato consegnato personalmente da Armando Iaia nelle mani dei responsabili del reparto che hanno accolto con piacere e commozione la spedizione speciale a nome e per conto di tutti i piccoli pazienti.
 
“Per il quarto anno consecutivo – dichiara Armando Iaia del Caffè Matteotti di Brindisi – ho deciso di donare a nome della mia azienda caffè Matteotti dei panettoni ai piccoli pazienti che purtroppo sono costretti a passare le feste natalizie in ospedale. Un forte augurio a tutti loro e che presto possano tornare a casa. Se ci preoccupiamo della felicitá degli altri, troveremo anche la nostra”.
 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: