Fasano (Br).Capodanno, divieto di scoppi di petardi e simili fino al 7 gennaio

 No a petardi mortaretti e artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico. Raccomandazioni ai genitori di vigilare sul corretto uso di fuochi pirotecnici nei luoghi privati, sul rispetto delle istruzioni e per evitare che i minori raccolgano ordigni inesplosi e ai proprietari degli animali da affezione di attivarsi affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi non causi danni alle persone e agli stessi animali. 

Con ordinanza n. 14 del 29 dicembre 2023 il sindaco Francesco Zaccaria ha disposto il divieto di scoppi di petardi e simili fino al 7 gennaio. 

Inoltre, si dispone particolare vigilanza per contrastare la vendita dei materiali suddetti non conformi a quanto previsto dal D. Lgs. 58/2010 (con particolare riferimento all’art. 5, che definisce i vincoli per la vendita ai minori) e il loro uso non conforme a quanto disposto nella presente ordinanza per tutto il periodo suddetto.

«In coincidenza con il Capodanno anche la Città di Fasano è per consuetudine teatro di molteplici  scoppi di petardi, mortaretti e artifici similari, nonché di fuochi pirotecnici di libera vendita, concentrati in particolare nella notte di Capodanno, nei minuti dopo la mezzanotte ma anche nei giorni immediatamente precedenti e successivi al 1° gennaio – dice il primo cittadino –. Tale pratica, anche a causa del volume di forza esplodente che viene liberato dalla contemporaneità degli scoppi, rischia di produrre danni o lesioni alle persone, anche gravi e gravissimi, provocati dall’uso improprio o dal malfunzionamento degli ordigni, oltre ad effetti traumatici agli animali a causa del panico da rumore. Episodi gravi possono verificarsi dall’utilizzo anche di ordigni illegali e dall’uso di armi da fuoco che, nella generale concitazione e confusione, vengono usati approfittando della difficoltà di distinguere fra spari legali e spari illegali»Per questo il sindaco fa appello al senso di responsabilità dei fasanesi per evitare incidenti: «A tutti chiedo di fare attenzione a tutela di ciascuno di noi e in particolare dei più piccoli e dei nostri amici a quattro zampe su cui le conseguenze causate dai botti possono essere molto pesanti e possono provocare lesioni fisiche e ferite gravi. Raccomando prudenza e attenzione affinché un momento di festa non diventi pericoloso e soprattutto non crei situazioni gravi e spiacevoli come purtroppo spesso è accaduto negli anni scorsi».


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: