Mercoledì 15 – Delegazione Lecce2019 per l’audizione presso Mibact (Roma)

LECCE2019 Verso l’audizione finale mercoledì 15 ottobre 2014 c/o Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Roma)

Il viaggio verso il titolo di Capitale Europea della Cultura continua per Lecce2019. Domani, mercoledì 15 ottobre, alle 15 l’appuntamento è a Roma, presso la sede del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l’audizione finale da parte della delegazione formata da Paolo Perrone, sindaco di Lecce

e presidente del Comitato Promotore Lecce2019; Raffaele Parlangeli, direttore della candidatura e dirigente del settore programmazione strategica e comunitaria del Comune di Lecce; Airan Berg, coordinatore artistico di Lecce2019; Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia; Ugo Bacchella, responsabile sviluppo e fundraising; Valentina Valente, professionista del Terzo Settore; Francesca Imperiale, docente di management delle aziende culturali dell’Università del Salento; Antonio Cordella, esperto in partnering, planning e organizzazione; Maura Cesaria, coordinatrice del progetto di promozione territoriale Ilovebrindisi; Francesco Canale, in arte Anima Blu, artista. Come indicato dalle Regole Procedurali, l’audizione si compone di una presentazione effettuata dai rappresentanti delle città pre-selezionate che illustra il progetto per un massimo di 30 minuti; segue una sessione di domande da parte della giuria alla delegazione, della durata massima di 60 minuti.

 

Per maggiori informazioni:

http://www.capitalicultura.beniculturali.it/

www.lecce2019.it


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.