NESSUN CASO SOSPETTO DI EBOLA A BRINDISI. LA ASL BR SMENTISCE.

In merito ad un articolo di stampa pubblicato su una testata locale il 17 ottobre 2014 circa “un caso sospetto di Ebola a Brindisi”, la Direzione della ASL BR comunica che in data 14 ottobre u.s. una bambina di provenienza Siriana è stata accompagnata dai sanitari del 118 per riferita presenza di stato febbrile nei giorni precedenti; il prelievo degli esami di laboratorio in urgenza non dava valori patologici e la bambina, in buone condizioni generali, è stata solo idratata ed è stata sempre apiretica.

La paziente è stata dimessa in data 16.10.2014.Con queste precisazioni la ASL BR intende smentire le notizie di stampa e, al fine di evitare inutili allarmismi, assicurare la cittadinanza sulla inesistenza di casi sospetti di contagio da virus Ebola nel territorio. Si dichiara inoltre di aver adottato tutti i protocolli necessari per la profilassi della malattia, in esecuzione delle linee guida emanate dal Ministero della Salute.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.