LECCE, GLI ATTORI-DETENUTI CONCEDONO IL BIS

Ne “L’ultima cena” di Alfredo Traps otto attori-detenuti svolgeranno un’attività lavorativa retribuita grazie allo spettacolo messo in scena dalla compagnia Io ci Provo. L’iniziativa verrà presentata sabato 15 novembre, alle 12, al Must di Lecce

Dopo il grande successo del 6 ottobre, tornano a calcare la scena del teatro Paisiello di Lecce gli attori-detenuti della Compagnia Io ci Provo guidata da Paola Leone con lo spettacolo L’ultima cena di Alfredo Traps, una storia grottesca tratta da La Panne di Durrenmatt. L’appuntamento è fissato per martedì 18 novembre, alle ore 21. In questa occasione l’ingresso non sarà gratuito, ma si dovrà acquistare un biglietto per sostenere il lavoro della Compagnia.
L’iniziativa verrà presentata sabato 15 novembre, alle ore 12, al Must di Lecce (via Degli Ammirati, 11)
Alla conferenza stampa prenderanno parte l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Spettacoli ed Eventi, Luigi Coclite, la direttrice del Supercarcere di Borgo San Nicola, Rita Russo, il Comandante della Polizia Penitenziaria di Lecce, Roberto Secci e Paola Leone, regista dello spettacolo.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: