Francavilla Fontana, IL SINDACO MAURIZIO BRUNO INTERVIENE ALLA MANIFESTAZIONE “RI-PROVIAMOCI”

la presentazione dei risultati del Progetto Ri-Proviamoci, che si terrà domani, 11 dicembre 2014, alle ore 17:00 presso l’Aula Magna del II Istituto Comprensivo Plesso “Bilotta” a Francavilla Fontana (BR).

Interverranno:

Maurizio Bruno – Sindaco di Francavilla Fontana
Vincenzo Melilli – Direttore USR Puglia ufficio VIII
Giovanni Semeraro – D.S. ITST “FERMI” scuola capofila
Cattedra di Psicologia dell’educazione – UNIBARI

MANIFESTAZIONE CONCLUSIVA
Aula Magna Secondo Istituto Comprensivo “M. Montessori – V. Bilotta” – Francavilla Fontana
11 dicembre 2014 ore 17:00

Presentazione Prototipo e dei risultati del Progetto “Ri-Proviamoci” PON F-3-FSE02-POR-PUGLIA-2013-51

Francavilla Fontana, 10 dicembre2014 – L’11 dicembre 2014 alle ore 17:00 presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo “M. Montessori – V. Bilotta” di Francavilla Fontana, si terrà la Manifestazione Conclusiva per presentare gli ottimi risultati ottenuti grazie ai percorsi avviati durante l’anno scolastico 2013-2014 nell’ambito del Progetto “Ri-Proviamoci”.

Le nuove modalità di insegnamento, sperimentate in questi mesi di lavoro, hanno riscontrato un grande successo, coinvolgendo attivamente 129 allievi, 104 genitori e 32 docenti delle Scuole in Rete di Francavilla Fontana, che hanno lavorato con costanza per raggiungere risultati concreti e arrivare così a “presentare un nuovo prototipo di azioni educative”, che possa favorire l’inclusione sociale degli allievi e contrastare l’abbandono scolastico.

Il progetto “Ri-Proviamoci” è stato realizzato nell’ambito del Piano Azione e Coesione del Programma Operativo Nazionale 2007/2013 (PON F-3-FSE02-POR-PUGLIA-2013-51 Obiettivo F “Promuovere il successo scolastico, le pari opportunità e l’inclusione sociale” Azione 3 “Sviluppo di reti contro la dispersione scolastica e la creazione di prototipi innovativi”). Mira a realizzare e promuovere nuove metodologie educative volte a prevenire e contrastare l’abbandono e l’insuccesso scolastico, favorire l’inclusione sociale e migliorare l’autostima. Un metodo innovativo, che coinvolge insegnanti, tutor, psicologi, genitori e alunni, e che si basa sulla modalità ricerca-azione con attivazione e applicazione di una didattica per competenze, laboratoriale ed orientante.

 Con il progetto Ri-Proviamoci si è dimostrato efficacemente come, con l’introduzione di nuove metodologie didattiche, il coinvolgimento attivo e la collaborazione tra il target prioritario (studenti) e il target strumentale (personale docente e genitori), sia possibile ottenere grandi risultati, stimolare l’apprendimento e contrastare l’abbandono scolastico, che oggi è tra i maggiori impedimenti alla crescita del nostro Paese.

 I percorsi avviati sono 11, per un totale di 963 ore di insegnamento, al fine di raggiungere diversi e importanti obiettivi:

  • Innalzare le competenze di base;
  • reinserire gli allievi e i giovani che hanno abbandonato il percorso formativo nelle attività formali;
  • accompagnare/orientare gli allievi nel percorso scuola-lavoro, facilitandone l’ingresso
  • informare e aiutare i genitori nella conoscenza delle problematiche legate all’infanzia e all’adolescenz
  • formare il personale scolastico, attraverso la messa in atto/adozione di metodi e strumenti comuni e innovativi.

Durante l’evento, gli studenti che hanno preso parte al progetto presenteranno alcuni “prodotti” realizzati durante i progetti laboratoriali avviati, per mostrare concretamente gli ammirevoli risultati raggiunti.

Alla manifestazione conclusiva interverranno Vincenzo Melilli, Direttore URS Puglia ufficio VIII, Maurizio Bruno,  Sindaco di Francavilla FontanaGiovanni Semeraro, Dirigente Scolastico della scuola capofila I.T.S.T “Enrico Fermi” di Francavilla Fontana e la Prof.ssa Beatrice Ligorio, la Dott.ssa Feldia Loperfido, il  Dott. Gianvito D’Aprile, Cattedra di Psicologia dell’Educazione dell’Università “Aldo Moro” di Bari.

Saranno presenti, inoltre, studenti, genitori, psicologi, tutor, partner, sponsor e quanti hanno preso parte attiva al progetto e hanno contribuito alla sua realizzazione.

IL PROGETTO RI-PROVIAMOCI

Il progetto “Riproviamoci”, realizzato nell’ambito del Piano Azione e Coesione del Programma Operativo Nazionale 2007/2013 (PON F-3-FSE02-POR-PUGLIA-2013-51 Obiettivo F “Promuovere il successo scolastico, le pari opportunità e l’inclusione sociale” Azione 3 “Sviluppo di reti contro la dispersione scolastica e la creazione di prototipi innovativi”). Il progetto ha coinvolto 129 allievi, 104 genitori e 32 docenti delle Scuole in Rete di Francavilla Fontana. Il progetto è nato per dare un forte segno di concretezza, attraverso il contributo delle quattro scuole in rete di Francavilla Fontana, il supporto della Cattedra di Psicologia dell’Educazione  dell’Università “Aldo Moro” di Bari, dell’ente Ambito Territoriale 3 F.F. e dell’Associazione sportiva Asd Basket F.F. e un sistema di accoglienza che può contare su un team di psicologi professionisti. Finalità del progetto è realizzare e promuovere nuove metodologie educative volte a prevenire e contrastare l’abbandono e l’insuccesso scolastico, favorire l’inclusione sociale e migliorare l’autostima.

Ri-Proviamoci” offre alla scuola l’occasione di mettersi in gioco, con competenza, impegno e innovatività,  per sperimentare un  prototipo di azioni educative volto a raggiungere il successo scolastico in  tutte le fasce di età (dalla scuola primaria alla scuola secondaria di secondo grado).

Prof. Giovanni Semeraro
ITST Enrico Fermi di Francavilla Fontana (BR)


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.