III edizione di “Corti e giardini in arte” a Fasano. Foto

Dicembre è mese di bilanci e di nuovi propositi. La sezione fasanese dell’Associazione Ecomuseale di Valle d’Itria tira le somme in particolar modo della appena conclusa terza edizione di “Corti e giardini in arte”.


CORTI E GIARDINI IN ARTE III (4)Di certo è stato un altro successo di presenze e di collaborazioni. Quest’anno infatti l’iniziativa si è aperta con “Aspettando Corti e giardini in arte”, che ha visto la partecipazione attiva di enti pubblici come scuole, centri di ricerca sperimentale e la Regione Puglia. Gli alunni del I circolo “C. Collodi”, dell’I.C. “G. Bianco- G. Pascoli” e dell’I.C. “G. Galilei” di Pezze di Greco e Montalbano hanno preso parte a 3 “Lab in arte”, esprimendo la loro creatività sulla tematica degli agrumi e della sostenibilità, aiutati dalle operatrici ecomuseali e dagli esperti Valentina De Carolis e Vito Pugliese. A questi ultimi, allo staff del Laboratorio Urbano, all’enologo Marco Tebaldi della Tebaldi srl (Colognola ai colli-Verona) e alle scuole citate vanno i nostri più cari ringraziamenti per la loro sempre accordata disponibilità.
Il nostro grazie va anche quindi alla Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia, che, nel pomeriggio del 20 dicembre, ha scelto di organizzare proprio a Fasano l’ultimo appuntamento del 2014 degli incontri “Il Giardino mediterraneo”. Vi ha partecipato anche il CRSFA “Basile – Caramia” di Locorotondo, rappresentato dall’agronomo Pasquale Venerito e dal Prof. Vito Savino, preside della facoltà di Agraria di Bari, i quali, assieme al ricercatore Pierfederico La Notte, hanno allestito per l’occasione una mostra pomologica con circa 50 specie di agrumi. Tutto è stato allietato dagli incantevoli versi di Silvia De Luca, letti dal fino interprete Valerio Bianco, sulle note di Armando De Luca, al pianoforte.
Il clou della manifestazione è stato domenica 21. Tanta la gente attratta dagli allestimenti floristici, artistici e CORTI E GIARDINI IN ARTE III (5)gastronomici sul tema degli agrumi presenti nei palazzi, nelle chiese, nelle corti e nelle vetrine del centro cittadino. L’associazione ecomuseale è infinitamente riconoscente per la gentilezza dimostrata dai proprietari di Palazzo Guarini, Palazzo Attoma Pepe, Palazzo Reale Bianco e di Palazzo Morelli-De Carolis. Grazie all’Ass.ne ‘Umbracchie e Giugno Fasanese per l’apertura del Museo della Casa alla fasanese e del Palazzo Pezzolla; alla sezione fasanese di Società Storia Patria della Puglia per l’apertura della stanza affrescata e all’UTL per i presepi in mostra presso i Portici delle Teresiane; alla Confraternita del SS. Rosario per l’apertura della Chiesa della Madonna delle Grazie e della Chiesa di San Nicola, alla Confraternita del Purgatorio e alla Confraternita di Maria SS Assunta in Cielo per l’apertura delle omonime chiese.
Molto apprezzati e particolari sono stati gli allestimenti floristici di “Fiori d’Argento”, in collaborazione con la frutteria U Rizz, di “Scintille – Magia dei Fiori”, de “Il Fiorista” e dei vivai Marasciulo e Cantatore, a cui vanno i nostri grazie.
Diversi e tutti originali gli allestimenti nei palazzi creati dall’Ass.ne Pro Selva, dall’Ass.ne InArte Gallery di Martino Rubino, da Maioliche Pugliese, da Carla Caroli atelier, dall’erboristeria “Il Trifoglio”, da Masseria Salamina e dalla cooperativa Serapia, aziende a marchio del Parco Dune Costiere, da Regina Home, da Veduta d’Insieme di Gianni Lacialamella, da Artigiani del Balì e Olivearte.
Un dolce grazie a coloro che hanno declinato gli agrumi secondo differenti note gastronomiche, come i menu a tema de Il Rifugio dei ghiottoni, Faso Caffè, Caffè Bella Napoli, La Locanda d’ Martumè, Trattoria del Portico, Ci Porti, Nonna Lina e Sole Terra, come la pasticceria locale di Una carezza per la gola e di Chantilly, le creme salentine d’agrumi di Olio e Sale, le clementine IGP dell’azienda agricola Ferente, gli agrumi fasanesi dell’azienda agricola Franco Palazzo, i prodotti bio dell’azienda agricola A Calcar e per concludere grazie al Presidio Slow Food, condotta Piana degli Ulivi.
Continuando con i ringraziamenti, questi vanno a chi ha partecipato ai due concorsi Vetrine in arte (Sole Terra, Coiffeur Dipasquale, Cupertino, Dolciumi Fanizza e Profumeria Di Tano) e Presepi all’aperto (piazza Ciaia, Palazzo dell’Orologio, via l’Assunta, via A. De Curtis e via Giusti).
L’estrazione del vincitore di questi due concorsi è avvenuta il 23 dicembre, in presenza del Presidente dell’ass.ne Life Class, Luigi Di Tano: i sign.ri Massimo Abete e Pasquina De Leonardis si sono aggiudicati il sacco ecomuseale, mentre alla sign.ra Grazia Pinto è andato un buono spesa di 100€ messo a disposizione dall’ass.ne Life Class, spendibile nei negozi associati. La vetrina più votata è stata quella di Sole Terra mentre il presepe quello di piazza Ciaia, per cui l’ass.ne ecomuseale e Vito Pugliese di Maioliche Pugliese hanno in serbo un piccolo ricordo.
Dopo questo lungo elenco di ringraziamenti, le operatrici ecomuseali fasanesi colgono l’occasione per augurare all’Amministrazione comunale e a tutta la cittadinanza il più sereno ed ecosostenibile anno nuovo, che prevederà l’inaugurazione del restyling del sottopassaggio della stazione ferroviaria, l’inizio di numerosissimi progetti didattici, la diffusione delle mappe ecomuseali della costa e della collina fasanese, in primavera la quarta edizione di Corti e Giardini in arte e in estate la tradizionale Giornata del Paesaggio.
L’Associazione ecomuseale vi aspetta per offrire gratuitamente informazioni e la mappa di comunità di Fasano presso l’Ufficio IAT- informazione e accoglienza turistica, in piazza Ciaia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: