BRINDISI, «Famiglie al Verdi», si comincia l’8 febbraio con Cenerentola

Torna la rassegna per famiglie la domenica pomeriggio al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi. In programma due appuntamenti: l’8 febbraio e il 19 aprile (ore 18). Ingresso euro 5 per tutti. 

Torna «Famiglie al Verdi», la rassegna di spettacoli pomeridiani domenicali, a cura della Fondazione Nuovo Teatro Verdi e del Teatro Pubblico Pugliese, dedicata ai bambini e alle loro famiglie sotto il segno del teatro d’autore per i ragazzi e del piacere di viverlo in maniera divertente ed educativa.



CENERENTOLADue titoli in programmazione al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi
, un modo originale per le famiglie di trascorrere la domenica pomeriggio in uno spazio nel quale gli spettatori, piccoli e grandi, possano imparare e riflettere, ma soprattutto condividere la magia del teatro.

Un’ora senza immagini televisive e giochi elettronici insegna a recuperare la bellezza, oggi un po’ dimenticata, dell’ascoltare storie dal vivo, senza la mediazione di un video. La rassegna presenta quest’anno due racconti costruiti teatralmente in modo da coinvolgere i piccoli spettatori in un percorso di apprendistato alla vita che non è fatto di comandi e di regole ma di storie che entrano nel cuore e narrano le difficoltà e le gioie di tutti.

Si comincia così domenica 8 febbraio (sipario alle ore 18) con «Cenerentola – Across the universe», spettacolo di Michelangelo Campanale, per la drammaturgia di Katia Scarimbolo, prodotto dall’associazione «Tra il dire e il fare» e dalla compagnia «La Luna nel Letto».

Un testo originale, interpretato da Annarita De Michele, Luigi Tagliente, Nunzia Antonino e Paolo Gubello, che ripropone per la scena l’immortale e celebre fiaba di Cenerentola, riconducendo narrazione, fatti e significati al tempo presente degli spettatori.

La protagonista della storia, una ragazza con una madre “troppo buona”, racconta della bontà che diventa identica alla cattiveria quando presume di sapere ciò che è giusto o sbagliato, quando non riesce a lasciare spazio per vivere. Ripercorrendo i passi di Cenerentola, incontrando i personaggi della storia che si animano nella sua stanza e che prendono sostanza, forma e colore dalla tappezzeria delle pareti e dagli oggetti di uso quotidiano, la protagonista gioca, sogna e modifica la sua vita. La fiaba suggerisce una via di uscita: quale che sia il contesto difficile che si vive, il domani porta sorprese. Ed è per questo che val la pena sempre di tentare, sognare, per incontrare i mille fatti del caso e della realtà.

Lo spettacolo è ambientato in una scenografia di grande suggestione: i sogni di Cenerentola sono costruiti intorno a un grande portone, una macchina scenica, che anche attraverso l’uso di luci e proiezioni video, si trasforma in casa, castello, bosco, campo di papaveri.

La rassegna torna poi domenica 19 aprile, sempre alle ore 18, con lo spettacolo «Storia di un uomo e della sua ombra (mannaggia ‘a mort)» della compagnia «Principio Attivo Teatro».

Si comincia alle ore 18
Durata spettacolo: 60 minuti
Età consigliata: dai 5 anni
Ingresso: € 5 per tutti

Per tutte le informazioni www.fondazionenuovoteatroverdi.it
Tel. (0831) 229230 – 562554

Brindisi, mercoledì 28 gennaio 2015


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.