BRINDISI, Contrada Montenegro, una zona completamente abbandonata a se stessa

Contrada Montenegro, zona periferica, forse troppo, ma resa ancora più periferica dalle trascuratezze , assenze da parte delle istituzioni. Le dure rimostranze di una cittadina : “ Qui mancano i servizi e non viene più neanche il postino”.


Una zona ( ma non è l’ unica della nostra città) completamente abbandonata a se stessa, dove addirittura non passa più il postino. Una zona dove la parola servizi sembra sempre più una “ chimera”, o meglio un incubo per chi ci abita, chi si vuol sentire a tutti gli effetti un cittadino brindisino ma nella sostanza , evidentemente, non lo è.
Contrada Montenegro, zona periferica, forse troppo, ma resa ancora più periferica dalle trascuratezze , assenze, da parte delle istituzioni. E come spesso accade, se non fosse per le rimostranze e le segnalazioni dei cittadini, nessuno è a conoscenza delle gravi problematiche di una zona che, per certi versi ( soprattutto in tema di rifiuti) ci ricorda abbastanza da vicino Autigno e Formica, tra Brindisi e San Vito dei Normanni. Probabilmente, da quelle parti, la politica è presente solo quando è in cerca di voti e in occasione di campagne elettorali.
Rifiuti  Montenegro-Cittadini da noi contattati ci garantiscono che non ci sono cassonetti per la spazzatura di nessun tipo, tra differenziata e indifferenziata. Le foto documentate e allegate all’ articolo, sono emblematiche. Una discarica abusiva, a cielo aperto( con rifiuti di ogni tipo), vicina alle abitazioni, creata dal disservizio e dall’ imbecillità di qualche cittadino . Un binomio che non vorremmo mai sentire o leggere, eppure persistente in alcune zone della città caratterizzate ancora dal fenomeno dell’ abbandono illegale dei rifiuti.
“ Ci siamo stancati di essere trattati come cittadini di serie B se non di C – afferma una cittadina residente in Contrada Montenegro. Praticamente sono cinque anni che qui non ci sono cassonetti e spazzatura mai ritirata. Vi sembra giusto che io ad esempio debba pagare 300 euro di tassa sulla spazzatura per un servizio praticamente inesistente ? Non è giusto per 20 famiglie vivere così e in mezzo al cumulo dei rifiuti. Ci appelliamo all’ Amministrazione Comunale di Brindisi e all’ Ecologica Pugliese, vogliamo un servizio come avviene nelle altre zone della città, e non sporadico o inesistente”.
Ma i problemi di Contrada Montenegro non si fermano ai rifiuti. Strade piene di buche, dove sarebbe opportuno intervenire immediatamente. Mancanza di illuminazione , e la posta che non arriva?
Sentite la cittadina intervistata. “ Qui il postino non passa praticamente più da due mesi. Prima c’era un solo postino che passava ed era pure di Taranto. E come facciamo ad esempio a pagare le bollette dovute nella scadenza, se non abbiamo il servizio? E “ beffa nella beffa”… è successo che ogni tanto viene il postino con qualche bel “ regalino” di multe da pagare per bollette scadute o versamenti non effettuati. Incredibile, come incredibile è stata la risposta di un dipendente delle Poste che a mia precisa domanda ha risposto “ Signora, non hanno più intenzione di servire questa zona”.
Questa è la situazione, scenari che non vorremmo mai raccontare, ma evidenziati e raccontati proprio dai protagonisti, i cittadini che non vogliono, come detto, sentirsi di serie B.
Amministrazione Comunale, istituzioni, ci siete ?


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.