Ostuni, Progetto SICURAGRIPUGLIA AZIONI DI SISTEMA E STRATEGIA PER LA SICUREZZA DI LAVORATORI, IMPRENDITORI E AZIENDE AGRICOLE IN PUGLIA

PRESENTAZIONE CON PROVA IN CAMPO.  AZIONI DI SISTEMA E STRATEGIA PER LA SICUREZZA DI LAVORATORI, IMPRENDITORI E AZIENDE AGRICOLE IN PUGLIA. MARTEDI’ 31 MARZO 2015 ore 09.00 Istituto Tecnico Agrario “Pantanelli” Contrada San Lorenzo – OSTUNI (BR)

“SicurAgriPuglia – Azioni di sistema e strategia per la sicurezza dei lavoratori, imprenditori e aziende agricole”: è questo il progetto che da quasi due anni l’Inail Puglia (l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) e la Cia Puglia (Confederazione italiana agricoltori) stanno portando avanti sul territorio pugliese, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza e salute sul lavoro di tutti coloro che operano nelle aziende agricole.
Domani – martedì 31 marzo – con inizio alle ore 9.00 si terrà, presso l’Istituto Tecnico Agrario “Pantanelli” ubicato in Contrada San Lorenzo a Ostuni (Br), la presentazione di tale progetto con una prova in campo di potatura dell’olivo con mezzi e attrezzature innovativi.
A seguire si terrà un incontro di presentazione del progetto. Ad introdurre l’incontro sarà il presidente della Cia di Brindisi, Giannicola D’Amico, cui seguirà il saluto del dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Pantanelli – Monnet” di Ostuni, Anna Luisa Saladino, e gli interventi di Giuseppe Gigante, dirigente regionale Ufficio Programmazione, Organizzazione e Attività Istituzionali Inail Puglia, e del geologo Nunzio Papapietro, consulente tecnico Accertamento Rischi e Prevenzione Inail Puglia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.