Carovigno: recuperata l’Alfa Romeo Giulietta asportata in Taranto a fine ottobre

l’auto era stata celata per essere in seguito utilizzata per la commissione di reati predatori.

I Carabinieri della Stazione di Carovigno su segnalazione di un operatore di un Istituto di vigilanza privata, che ha notato alcuni individui con a bordo di una vettura  modello Alfa Romeo aggirarsi per un “sopralluogo” nelle adiacenze di un distributore di carburanti, hanno recuperato in contrada Palco Grande nelle adiacenze del distributore, agro di Carovigno in una stradina rurale l’autovettura indicata, lì depositata dai malviventi.

Probabilmente era stata collocata in quel sito in attesa di  essere ripresa per essere utilizzata per la commissione di attività delittuose ai danni del distributore ovvero su altre attività commerciali. Dagli accertamenti è risultata provento di furto commesso in Taranto il 24 ottobre 2018 e denunciata dal proprietario ai Carabinieri della Stazione di Taranto Salinella. All’interno dell’auto è stata rinvenuta una pinza, una forbice da elettricista una  radio ricetrasmittente, una cesoia  e un piccone con manico di legno, tutta attrezzatura finalizzata a commettere delitti contro il patrimonio. Sull’auto sottoposta a sequestro saranno effettuati approfonditi  accertamenti e rilievi tecnici per addivenire agli autori del reato, per poi essere riconsegnata al legittimo  proprietario.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.