30° ESODO ALBANESE IN PUGLIA – ARESTA (M5S) : “ FU UN ABBRACCIO COLLETTIVO, IL TERRITORIO SUPPLI’ A RITARDI STATO”

“Il 30° anniversario dell’esodo albanese sulle coste pugliesi è una straordinaria occasione per ricordare la solidarietà e la fratellanza con cui i cittadini accolsero 27 mila uomini e donne in fuga da un regime morente.

Lo Stato si fece trovare due volte impreparato: per non aver capito cosa stava accadendo ad appena 60 miglia dalle nostre coste e per i ritardi negli aiuti. Toccò alle città di Brindisi e della sua provincia farsi carico di queste persone e lo fece con una generosità unica aprendo le proprie case, le scuole, ogni luogo dove potevano essere accolti.” Lo afferma, in una dichiarazione, Giovanni Luca Aresta, parlamentare del M5S e a quel tempo scout dell’Agesci e volontario della Caritas di Brindisi.

“Ho ricordi vivissimi di quelle giornate – prosegue Aresta –  passai con gli altri volontari molte ore nel porto di Brindisi e nelle scuole che finalmente vennero aperte e messe a disposizione di questa folla disperata. In quei volti vedevamo una umanità che cercava una speranza e un futuro migliore. Fu un abbraccio collettivo.”

“Con il popolo albanese, anche grazie a quell’abbraccio, abbiamo costruito un rapporto straordinario – prosegue il parlamentare – e tutti noi abbiamo ancora negli occhi il contingente di medici ed infermieri albanesi inviati in Lombardia, epicentro della prima ondata del Covid-19, per aiutare il nostro sistema sanitario a fronteggiare la pandemia. La solidarietà chiama altra solidarietà, il legame che si crea tra i popoli è più forte di tante polemiche propagandistiche sui porti chiusi o sui respingimenti in mare.”

“Benvenuto nella nostra terra al primo ministro della Repubblica di Albania Edi Rama che domani sarà a Brindisi – conclude Aresta – segno visibile del sentimento di riconoscenza nei confronti della popolazione dei comuni del territorio e dei valori di fratellanza, accoglienza e solidarietà.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.