CONCORSO SANITASERVICE-ARPAL, ZULLO (FDI): AVVISO DI 4 GIORNI, NESSUNO SA NULLA TRANNE QUALCHE ESPONENTE DI “PUGLIA POPOLARE”. UNA VERGOGNA!!!

“Domani, 26 marzo, alle 11.30, scade un concorso FANTASMA! Ma soprattutto scandaloso, perché è stato indetto dalla SANITASERVICE di Bari il 22 marzo, vale a dire 4 GIORNI FA, con domande che vanno per presentate all’ARPAL tramite un numero identificativo.

Ma né sul sito di Sanitaservice né su quello dell’Arpal si trova nulla! Per questo pochissimi sanno che si stanno cercando (a tempo determinato): 13 autisti di ambulanze automediche, 179 ausiliari e 10 necrofori.

“Ma c’è qualcuno che, invece, non solo è informato ma pu? dare un aiutino. La denuncia è social e pubblica. Su un profilo Facebook si legge: ‘chi è interessato pu? contattare G. M. … nei pressi della villa comunale’. (si allega screenshot)

“La denuncia ci ha non poco incuriositi: ma chi è G.M.? E’ un consigliere comunale di maggioranza di un paese della Provincia di Bari (governata dal centrosinistra) del Partito Popolare, vale a dire del partito il cui leader è il direttore generale dell’Arpal Puglia, Massimo Cassano, ma anche l’assessore regionale al Personale, Gianni Stea.

“Il consigliere comunale ha già provveduto a dare la sua versione dei fatti: ‘Le persone che mi conoscono possono invece confermare che mi sono limitato a fare quello che faccio sempre, fare girare informazioni per aiutare chi è in difficoltà mettendomi a disposizione per chiarimenti’. Il problema è che quelle informazioni lui le aveva e la stragrande maggioranza dei pugliesi non le avevano.

“Il noto comico Pinuccio usa dire: COMBINAZIONE!

“S? proprio combinazione che quando in Puglia si parla di posti di lavoro c’è sempre di messo il Partito Popolare”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.