BRINDISI.Petrolchimico /avviata campagna vaccinale /struttura sanitaria aziendale

Dal primo di Luglio  in attuazione del protocollo sottoscritto nei mesi scorsi tra Organizzazioni sindacali, Associazioni Datoriali , Inail e Ministeri del Lavoro e della Salute, su  l’aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro, è stato  attivato grazie al particolare impegno del Management Locale e Nazionale di  Eni Versalis, presso la Direzione Sanitaria di Brindisi Servizi Generali  la campagna di vaccinazione anti Sars-CoV-2  per tutti i dipendenti del Polo Chimico.

  La Cisal Chimici  evidenzia come il petrolchimico di Brindisi e tutte le sue coinsediate  continuano ad essere unico ed importante Presidio Sanitario nella Zona Industriale  a supporto dei lavoratori ,  delle Istituzioni e della stessa  Asl Brindisina .

 BRINDISI SERVIZI GENERALI grazie anche al lavoro svolto da tutti i rappresentanti sindacali  ,  dall’inizio di questo mese   mette  a dispozione a prorpie spese la  Struttura Sanitaria, Personale Medico,  uomini e mezzi  per sostenere l’importante campagna vaccinale,  fornendo  anche un fondamentale contributo al piano strategico Nazionale del Generale Figliuolo.

La corsa del Virus nel paese purtroppo continua ad esserci, ed in Puglia e in particolare  nel Salento, meta di tantissimi turisti ,  rischia di fatto  nei prossimi mesi di vedere un indice di diffusione del virus ben più alto rispetto ad oggi, per queste ragioni invitiamo i tanti giovani  lavoratori presenti nel sito  a  continuare a prenotarsi e a vaccinarsi  presso la la Struttura Sanitaria Aziendale.

                      

 Segretario  Provinciale Cisal Chimici

 MASSIMO PAGLIARA      


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.