La Failm Confael Brindisi denuncia una serie di gestioni discutibili e situazioni anomale da parte della GE AVIO

La Failm Confael Brindisi denuncia una serie di gestioni discutibili e situazioni anomale da parte della GE AVIO, e le gravi problematiche del lavoro. VIDEO INTERVISTA al Segretario Nazionale Confael Industria e Metalmeccanici Claudio Capodieci .

Una denuncia che sta a dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, come e quanto, nel mondo del lavoro, c’è da fare per tutelare i lavoratori, i precari, i disoccupati, diritti e dignità.

Quella del Sindacato FAILM – CONFAEL, sempre più radicato sul territorio brindisino e non solo, che, tra l’ altro, continua a ribadire “ un concetto fondamentale, legato al consolidamento di un’ attività sindacale a largo raggio, certamente non inferiore a quella delle principali organizzazioni sindacali“.

Giovedì scorso, presso gli stabilimenti a Brindisi della GE AVIO, un’ iniziativa con volantinaggio, per denunciate “ una serie di gestioni discutibili e situazioni anomale da parte della GE AVIO, che riguardano diversi lavoratori “.

Un’ iniziativa, che ha visto la significativa partecipazione di molti dipendenti di una delle realtà aziendali e produttive più strategiche e importanti del territorio brindisino, già anticipata tra l’ altro da un duro comunicato stampa emesso dall’ organizzazione sindacale .

Le situazioni anomali e grave che noi continuiamo a denunciare riguardano l’ utilizzo di Cassa Integrazione in modo indiscriminato durante la pandemia, spese di gestione non oculate, licenziamenti illegittimi con reintegra da parte del Tribunale di Brindisi, lavoratori licenziati su base volontaria con accordo sindacale Naspi, sprovvisti in sostanza di adeguata documentazione necessaria a favorire l’ accesso alla disoccupazione “- tutto questo evidenziato praticamente nel documento consegnato ai lavoratori.

Noi abbiamo ascoltato il Segretario Nazionale CONFAEL Industria e Metalmeccanici Claudio Capodieci, che con un altro dirigente del sindacato , Alessandro Baldari, ha partecipato all’ iniziativa .

Una Video Intervista “ a largo raggio“, una chiacchierata sulle gravi problematiche del lavoro, in un territorio come quello brindisino nel quale la dignità del lavoro continua ad essere calpestata .

In linea, come sempre, alla nostra corretta informazione, siamo disponibili ad un’ eventuale replica – risposta da parte dell’ Azienda .

VIDEO INTERVISTA – RIPRESE DI MARCELLO ALTOMARE


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.