Incontro con il regista Gady Castel de “Il codice albanese” al Morvillo Falcone Brindisi

All’IPSSS “Morvillo Falcone” di Brindisi, si terrà in data 26 gennaio p.v alle ore 11:00, in occasione della “Giornata della Memoria”, l’incontro con Gady Castel, il regista del docufilm “Il codice albanese”.

Il film documentario, accolto calorosamente al suo debutto a Tirana nel 2019, descrive il codice d’onore “besa”, il quale prevede che, per un albanese che lo rispetti, sia meglio morire che voltare le spalle a una persona bisognosa d’aiuto, chiunque essa sia. Partendo da questo codice inviolabile, l’Albania si è fatta promotrice, durante la seconda guerra mondiale, di un grande gesto di solidarietà e fratellanza, proteggendo e aiutando migliaia di ebrei dall’olocausto. 

La produzione Katzir Production di Yael Katzir e Gady Castel per la Claims Conference evidenzia inoltre lo stampo e la risonanza internazionale de “Il codice albanese”, tanto è vero che la sua diffusione si avvale di validissimi patrocini.

La visione del film e il successivo dibattito consentiranno agli studenti di scoprire alcuni eroi della storia contemporanea e riflettere su quanto ancora oggi ci sia bisogno di credere in valori e codici che mettano in primo piano la generosità e la speranza verso l’umanità.

Gradito ospite dell’evento sarà la  dr.ssa Klodiana Çuka, Presidente Integra Onlus, la quale si è prodigata, insieme alla sua associazione, a inserire i sottotitoli in italiano al docufilm, facendosi in questo modo portavoce della diffusione dello stesso in Italia, rinnovando il legame, non solo geografico, tra i due Paesi.

L’incontro, unico previsto negli Istituti brindisini, sarà l’occasione per far conoscere alle classi V dell’Istituto il mondo della ricerca storica documentaristica, considerato l’importante curriculum del regista italo israeliano che, da oltre 50 anni, ha all’attivo 65 tra documentari e iniziative di serie tv, tra le ultime anche il documentario “La casa dei bambini” (spesso trasmesso sul canale Rai Storia) da cui è stata ispirata la serie rai “La guerra è finita”. 

L’importanza del lavoro documentaristico svolto da Gady Castel è stato anche riconosciuto dal Presidente Napolitano che lo ha insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.