Fasano (Br).Cocolicchio, lunedì mattina incontro tra sindaco Zaccaria ed Enel

L’azienda ha accolto la richiesta del primo cittadino di un confronto per individuare soluzioni che possano essere compatibili con il contesto paesaggistico della frazione


 È fissato per lunedì mattina l’incontro tra Comune di Fasano ed Enel per affrontare la questione della cabina elettrica installata a Cocolicchio nei pressi della storica fontana del borgo. Il confronto, richiesto con insistenza e urgenza dal sindaco Francesco Zaccaria, è stato accolto dall’azienda e punta a individuare soluzioni che possano essere compatibili con il contesto paesaggistico della frazione. È quanto chiede il primo cittadino che si è fatto portavoce delle proteste dei residenti e vuole l’immediata rimozione della cabina da quell’area. 

«Proveremo a individuare soluzioni che possano mitigare l’impatto della cabina sul paesaggio – spiega il primo cittadino –. Ricordo ancora che l’area su cui insiste la cabina non appartiene al territorio di Fasano, ma a quello di Locorotondo. Enel ha quindi chiesto le necessarie autorizzazioni al Comune di Locorotondo, come previsto (a chi se no), e la concessione è stata rilasciata con un parere della commissione paesaggio di quel Comune. Commissione che evidentemente non si è posta il problema di una struttura poco compatibile con il contesto e non si è preoccupata di imporre eventuali prescrizioni in merito, ad esempio relativamente a colore e grandezza. Noi sosteniamo che quella cabina è uno scempio. Siamo fiduciosi che il dialogo con Enel possa portare all’individuazione di una soluzione».

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: