BrindisiCultura & SpettacoloItalia

BRINDISI.Viaggio in Turchia per quattro studenti e due docenti della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia-Commenda

">

Viaggio in Turchia per quattro studenti e due docenti della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia-Commenda all’interno del progetto Erasmus+ 2022-24 ACT FOR ENVERONMENT.

Obiettivi del progetto sono la tutela dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico. Sensibilizzare gli studenti sull’argomento significa farli sentire coinvolti e infondere in loro la voglia di mettersi in gioco. A tutti gli alunni del Comprensivo, dalla scuola dell’Infanzia alla Secondaria, è stato chiesto di intraprendere azioni per l’ambiente nella loro vita quotidiana e all’interno della scuola. 

Sono stati incoraggiati ad agire per evitare gli sprechi, ridurre il consumo, rispettare la natura, riciclare, utilizzare prodotti ecologici, lottare contro il degrado ambientale.

I ragazzi in partenza domenica 22 ottobre sono stati scelti tra gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria. Ad attenderli i coetanei della scuola di Kocaeli che ospiteranno anche le delegazioni degli altri Paesi coinvolti, Francia e Romania.

Fitto, come al solito, il programma della mobilità in Turchia che vedrà impegnati studenti e docenti per una settimana ricca di appuntamenti tra storia, natura e attività all’insegna del riciclo.

Oltre a conoscere Kocaeli, i nostri alunni visiteranno Izmit, centro che sorge sull’antica città di Nicomedia risalente all’VIII secolo a.C. Qui esistono resti di epoca romana e bizantina, tra cui la cittadella, il tempio di Augusto e l’agorà. Alcuni reperti provenienti da scavi nella zona possono essere visti presso il museo archeologico.

Altra bellissima meta sarà il lago Sapanca e le foreste che lo circondano, e ancora le rovine dell’antica città di Smyrne.

Tappe molto interessanti saranno il SEKA Paper Museum, un museo del patrimonio industriale nel distretto di Kocaeli, nel nord-ovest della Turchia e il bellissimo Parco di Ormanya, un’area forestale di 189 ettari, a sole 2 ore da Istanbul, famoso per la varietà di specie animali che ospita e soprattutto per ospitare al suo interno Hobbitland.

Non mancheranno, ovviamente, le visite ad alcuni tra i più famosi siti di Istanbul: Piazza Beyazit , ufficialmente nota come “Piazza della Libertà”  su cui affaccia la Moschea di Bayezid II; la Moschea Blu, una delle più importanti moschee della città edificata su parte del sito del Gran Palazzo di Costantinopoli, di fronte alla moschea Hagia Sophia  e all’ippodromo, un altro sito di grande valenza simbolica.

E ancora Piazza Taksim che oggi è una zona piena di bar, ristoranti e alcuni degli hotel più lussuosi della città, e la torre di Galata, una torre in pietra di epoca medievale costruita dai genovesi, uno dei monumenti più impressionanti e popolari di Istanbul dalla sommità della quale si gode una vista incredibile della penisola storica, del Corno d’Oro e del Bosforo. 

Alla vigilia della partenza i ragazzi sono molto emozionati. Saranno ospiti delle famiglie dei docenti turchi, conosceranno e apprezzeranno una cultura e delle tradizioni diverse dalle loro, visiteranno luoghi che hanno fino ad ora studiato sui libri di storia e geografia.

È questa la bellezza dei progetti Erasmus che, ormai da anni, arricchiscono l’offerta formativa dell’Istituto della Dirigente Lucia Portolano.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: