MASTER IN GIORNALISMO DELL’UNIVERSITÀ DI BARI ALDO MORO

ISCRIZIONI APERTE FINO AL 22 GENNAIO 2024 PER ACCEDERE AL BANDO DI SELEZIONE
Il Master, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti nazionale e regionale, giunge alla sua 9a edizione e dà diritto di accedere all’esame di Stato per diventare giornalista professionista.

Diventare veri giornalisti oggi si può, a Sud.
Forgiando “attrezzi del mestiere” solidi, per poterlo praticare in una condizione di concorrenza ormai globale. Soprattutto alla luce dell’evoluzione del settore dell’informazione, il Master in Giornalismo è di fatto l’unica strada che fornisce gli strumenti professionali per lavorare sia nelle redazioni dei quotidiani, sia in quelle delle tv, delle radio, del web e dei social network.
 
Il Master dell’Università di Bari ALDO MORO per l’annualità 2023-25 è l’unica scuola di giornalismo nel Mezzogiorno e forma figure altamente professionali che sapranno muoversi a 360° nell’affascinante e turbolento mondo dell’informazione giornalistica.
 
Puntando in particolare sulla lingua inglese, sui media digitali integrati con i social network, questa scuola si propone di preparare i futuri giornalisti professionisti anche per il mercato editoriale internazionale. Spazio formativo, infatti, sarà dedicato alle questioni della contemporaneità euro-mediterranea (“il Sud ci fu padre e nostra madre l’Europa”, è il claim preso a prestito da un verso del poeta Vittorio Bodini), quali il fenomeno migratorio e le campagne di disinformazione e misinformazione.
Ampio spazio sarà dedicato al giornalismo d’inchiesta, al long form, al web-doc e ai nuovi tools per piegare l’intelligenza artificiale al servizio del giornalismo.

L’attività didattica prevede lo studio di materie sia tecnico-professionali sia universitarie e soprattutto il lavoro in una vera press room per la produzione di: un magazine quindicinale, due radio giornali e un telegiornale ogni settimana, oltre a un sito web costantemente aggiornato (cliccare per credere: https://www.mediaterraneonews.com/), lo storytelling sui social network, le inchieste multimediali.
 
Anche per il nuovo biennio sono confermate la direzione scientifica e la direzione didattica, affidate rispettivamente al prof. Luigi Cazzato e al dott. Lino Patruno.
 
Una nota di primo piano, infine, anche sui costi, poiché il Master in Giornalismo di Uniba ha il miglior rapporto qualità-prezzo in Italia e sono disponibili numerose borse di studio totali e parziali. Il costo è di quattromila euro all’anno per due anni di attività full time e per un percorso che conduce l’allievo per mano fino a farlo diventare giornalista professionista. È un costo probabilmente importante se rapportato ad altri percorsi di studio, ma decisamente inferiore rispetto a quello di altre scuole di giornalismo italiane, quasi tutte al nord e dal costo molto più alto.

C’è tempo fino al 22 gennaio 2024 per iscriversi al bando di selezione per il Master in Giornalismo.
 
Qui il link di download del bando:
https://www.uniba.it/it/didattica/master-universitari/master-i-livello/2023-2024/giornalismo  

Diventare veri giornalisti oggi si può, a Sud.
Forgiando “attrezzi del mestiere” solidi, per poterlo praticare in una condizione di concorrenza ormai globale. Soprattutto alla luce dell’evoluzione del settore dell’informazione, il Master in Giornalismo è di fatto l’unica strada che fornisce gli strumenti professionali per lavorare sia nelle redazioni dei quotidiani, sia in quelle delle tv, delle radio, del web e dei social network.
 
Il Master dell’Università di Bari ALDO MORO per l’annualità 2023-25 è l’unica scuola di giornalismo nel Mezzogiorno e forma figure altamente professionali che sapranno muoversi a 360° nell’affascinante e turbolento mondo dell’informazione giornalistica.
 
Puntando in particolare sulla lingua inglese, sui media digitali integrati con i social network, questa scuola si propone di preparare i futuri giornalisti professionisti anche per il mercato editoriale internazionale. Spazio formativo, infatti, sarà dedicato alle questioni della contemporaneità euro-mediterranea (“il Sud ci fu padre e nostra madre l’Europa”, è il claim preso a prestito da un verso del poeta Vittorio Bodini), quali il fenomeno migratorio e le campagne di disinformazione e misinformazione.
Ampio spazio sarà dedicato al giornalismo d’inchiesta, al long form, al web-doc e ai nuovi tools per piegare l’intelligenza artificiale al servizio del giornalismo.

L’attività didattica prevede lo studio di materie sia tecnico-professionali sia universitarie e soprattutto il lavoro in una vera press room per la produzione di: un magazine quindicinale, due radio giornali e un telegiornale ogni settimana, oltre a un sito web costantemente aggiornato (cliccare per credere: https://www.mediaterraneonews.com/), lo storytelling sui social network, le inchieste multimediali.
 
Anche per il nuovo biennio sono confermate la direzione scientifica e la direzione didattica, affidate rispettivamente al prof. Luigi Cazzato e al dott. Lino Patruno.
 
Una nota di primo piano, infine, anche sui costi, poiché il Master in Giornalismo di Uniba ha il miglior rapporto qualità-prezzo in Italia e sono disponibili numerose borse di studio totali e parziali. Il costo è di quattromila euro all’anno per due anni di attività full time e per un percorso che conduce l’allievo per mano fino a farlo diventare giornalista professionista. È un costo probabilmente importante se rapportato ad altri percorsi di studio, ma decisamente inferiore rispetto a quello di altre scuole di giornalismo italiane, quasi tutte al nord e dal costo molto più alto.

C’è tempo fino al 22 gennaio 2024 per iscriversi al bando di selezione per il Master in Giornalismo.
 
Qui il link di download del bando:
https://www.uniba.it/it/didattica/master-universitari/master-i-livello/2023-2024/giornalismo  

Qui il link per il sito del Master:
www.mastergiornalismo.eu


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: