BRINDISI.Eco di Sephora: Una Storia di Dignità e Memoria nel Silenzio delle Istituzioni

Sephora, la giovane donna di 24 anni del Burkina Faso, subito dopo lo sbarco a Brindisi, il 19 settembre 2023 senza familiari e con una bambina in grembo ha incontrato la morte   il 27 settembre 2023 a causa di un’ emorragia post-partum.
Tumulata il 21 ottobre2023 grazie ai volontari di Comunità Musulmana rappresentata dal nostro Imam, del circolo cittadino del Partito Democratico di Brindisi e Comunità Africana, assente l’  Amministrazione. 
Oggi a distanza di 4 mesi è stata data “dignità” a Sephora, fino a ieri coperta da un cumulo di terra oggi  ha una lapide su cui amici e parenti possono andare a pregare.
In nome del marito Abdoulaye Kone e dello zio René che mi hanno delegato non solo a seguire l’ iter della sepoltura ma anche di rappresentare la famiglia in questo importante momento celebrativo ringrazio tutti gli amici che hanno scelto di essere vicini a Sephora e alla famiglia, in particolare coloro che ho già citato: circolo cittadino partito democratico di Brindisi, Comunità Musulmana rappresentata dal nostro Imam Kalhed socio di Comunità Africana , i soci di Comunità Africana. 
Comunità Africana oggi ha scelto di essere presente alla celebrazione non solo come dovere nei confronti dei familiari di Sephora che hanno riposto la loro fiducia in noi ma soprattutto come obbligo morale nei confronti di tutti i “fratelli invisibili” che sono morti in mare,per strada ,sul lavoro, tutti quei volti che per le Istituzioni non hanno mai avuto un nome. 
Ho videochiamato personalmente il vedovo (Abdoulay Kone) di Sephora affinché potesse presenziare anche lui  alla celebrazione e pregare con noi seppur lontano. 
Durante la videochiamata Abdoulaye ha ringraziato tutti coloro che sono stati vicini a Sephora prima e dopo la sua morte, ha espresso il desiderio di poter venire quanto prima in Italia per pregare sulla tomba della moglie e abbracciare sua figlia che oggi è con lo zio René nel nord Italia.
Tutto ciò è avvenuto,anche oggi ,senza alcuna partecipazione da parte dell’ Amministrazione.
MI CHIEDO SE LA MORTE ABBIA UN COLORE.
 
Il Presidente di Comunità Africana 
Drissa Kone


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: