RESTAURO, A LECCE UN CORSO DI FORMAZIONE CON ESPERTI INTERNAZIONALI

L’evento, promosso da Assorestauro, è in programma giovedì 16 ottobre a Palazzo Turrisi Palumbo e avrà per tema: “Conservazione, gestione e valorizzazione dei Beni Culturali”  Dopo le visite a cantieri di Napoli, al cantiere di Pompei, a cantieri a Bari, a Nardò e a Lecce, giovedì 16 ottobre, a partire dalle ore 15, a Palazzo Turrisi Palumbo, in via Marco Basseo, si concluderà il Corso dedicato ad operatori esteri specializzati nel settore del Restauro e provenienti da paesi di primario interesse per il mercato del comparto della conservazione.


I paesi invitati quest’anno sono Oman, Libano, Giordania e Palestina.
Il coordinamento e la gestione scientifica del Corso dal titolo “Conservazione, gestione e valorizzazione dei Beni Culturali”sono stati affidati ad Assorestauro, su incarico dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE).
Al seminario tecnico parteciperanno le imprese che hanno messo a disposizione i propri cantieri per le visite. L’introduzione scientifica sarà curata dall’architetto Michela Catalano, della Soprintendenza ai Beni artistici, architettonici e culturali e dalla docente Mariaenrica Frigione dell’Università del Salento. Sono previsti anche gli interventi dell’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lecce, Gaetano Messuti, dell’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Loredana Capone, del presidente di Ance, Nicola Delle Donne e di Vito Margiotta per Confindustria Lecce.
A seguire sono previsti incontri be-to-be (business to business, commercio interaziendale) con gli ospiti stranieri, aperti a tutte le aziende del settore del restauro che hanno interesse ad intraprendere relazioni con i paesi invitati.
L’evento – grazie al grande respiro internazionale, in particolare al confronto con i Paesi del Mediterraneo – rientra nel percorso di costruzione della candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura per il 2019.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: