LECCE, AL MUST LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Numerose le iniziativa in programma martedì 27 gennaio al Museo storico di Lecce tra reading letterari, conferenze e mostre fotografiche. Prevista anche la consegna di una medaglia d’onore


Martedì 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, al Must, il Museo Storico della Città di Lecce (via Degli Ammirati 16), sono previste alcune iniziative rivolte agli studenti degli istituti scolastici di Lecce e della provincia. La manifestazione è stata curata dalle Istituzioni ed Associazioni del Comitato Provinciale per la Valorizzazione della Cultura della Repubblica, promosso dalla Prefettura d’intesa con il Comune di Lecce, l’Università del Salento e altri Enti, Associazioni ed Istituti scolastici del territorio.

Di seguito il programma:
dalle ore 9 alle ore 11 è prevista un’iniziativa dedicata agli studenti del terzo anno degli istituti di istruzione secondaria di primo grado di Lecce. Si comincia con un reading letterario di alcuni brani del best-seller “Storia di una ladra di libri” di Markus Zusak, con la regia di Carla Guido e la partecipazione di alcuni alunni e docenti del Laboratorio di Lettura ad alta voce; seguirà una lezione-conferenza con immagini e commenti storici sull’antisemitismo nei secoli per riflettere come si è costruito lo stereotipo dell’ebreo a cura della professoressa Giuliana Iurlano dell’Università del Salento.

Alle 11.15, invece, il prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta – alla presenza delle Autorità civili e militari della provincia – consegnerà una medaglia d’onore al figlio di un concittadino, il militare Raffaele Parente, conferita dalla Presidenza della Repubblica ai deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ultimo conflitto mondiale.
Seguirà l’inaugurazione della mostra fotografica “Scene di vita dal ghetto di Varsavia” presentata dal professor Furio Aharon Biagini e dalla professoressa Giuliana Iurlano dell’Università del Salento. La ricostruzione storica della realtà quotidiana del ghetto sarà rivolta agli studenti degli istituti di istruzione superiore e costituisce un utile documento sull’orrore nazista, ponendo interessanti spunti di approfondimento sull’antisemitismo ed ogni forma di intolleranza.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: