Colletta Alimentare, a Brindisi altra iniziativa nel sociale della Boxe Iaia, dall’11 dicembre nella sede sportiva raccolta di beni di prima necessità per famiglie in difficoltà

Proseguono le iniziative per il sociale della Boxe Iaia Brindisi del maestro Carmine.

L’attenzione del sodalizio sportivo brindisino, questa volta, è rivolta alle famiglie che hanno difficoltà ad accedere ai beni di prima necessità, un problema che va oltre l’emergenza sanitaria per quanti devono fare ogni giorno i conti con queste difficoltà che, a causa della epidemia da Coronavirus, si sono amplificate.

A questo proposito e con il desiderio di fronteggiare questa situazione è nata la “Colletta Alimentare” promossa e organizzata dalla Boxe Iaia Brindisi presso la propria sede in via Giuseppe Pisanelli, 5 (nei pressi di Piazza Mercato).

A partire da giovedì 11 dicembre saranno raccolti beni di prima necessità destinati alle persone bisognose. Chiunque potrà partecipare portando presso la palestra della società sportiva brindisina generi alimentari che saranno destinati a chi ne ha bisogno permettendo a più persone possibili di trascorrere in maniera dignitosa il Natale.

La “Colletta Alimentare” proseguirà quotidianamente fino alla settimana di Natale. La consegna dei beni raccolti sarà effettuato giovedì 24 dicembre, Vigilia di Natale.

Per chi volesse partecipare o semplicemente chiedere informazioni più dettagliate può contattare direttamente il maestro Carmine Iaia al numero 347.94.28.957 e fissare un appuntamento.

Queste le parole del maestro Iaia a proposito della iniziativa: “Non è necessario strafare, l’importante è essere in tanti per fornire un aiuto concreto e tempestivo ai cittadini in difficoltà. E ricordate, possiamo dare una mano pur rimanendo distanziati!”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.