BRINDISI, “LEGGIAMO LA COSTITUZIONE” NELLE SCUOLE. III INCONTRO AL “PALUMBO”

Sabato 7 marzo c.a., dalle ore 9,00 alle ore 11,00, si è svolto al Liceo delle scienze umane e Liceo linguistico “Palumbo” di Brindisi, il III incontro del progetto sperimentale di carattere formativo che ha al centro l’incontro tra generazioni, intitolato “Leggiamo la Costituzione”.


Hanno partecipato tra i suoi partner con proprie delegazioni le Organizzazione brindisine: Leghe SPI CGIL Centro e S. ELIA, Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto”, AUSER, UDS e Giovani Democratici.
L’incontro di sabato, molto atteso anche questa volta dalle studentesse e studenti partecipanti della scuola, si è svolto alla costante presenza dei docenti referenti dell’istituto, prof. avv. Maurizio Mele e prof. avv. Paolo Vadacca, designati dalla Dirigente scolastica prof.ssa Serena Oliva; essi hanno contribuito incisivamente al dibattito sviluppatosi, come sempre, in maniera ricca e serrata. L’incontro ha visto la partecipazione straordinaria della segretaria generale della CGIL, Michela Almiento. Si è potuto registrare un appassionato e proficuo confronto alla pari tra tutti i partecipanti delle generazioni presenti.
L’incontro è stato avviato da Mario Carolla della Lega SPI CGIL Centro, che ha ricordato il programma della giornata, e dal dott. Antonio Melcore dei G.D., che ha subito lanciato i video sul principio di uguaglianza guidando il successivo dibattito aperto con un intervento di Lorenza Stefanelli G.D. sull’articolo 3, letto da una studentessa.
Molti gli interventi delle studentesse che per la profondità delle riflessioni avanzate hanno sollecitato quelli dei più anziani. In particolare, ci si è soffermati sul volontariato che sopperisce alle carenze dello Stato a rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’eguaglianza e impediscono il pieno sviluppo della persona. Sono intervenuti: Nando Benigno e Raffaella Argentieri della Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto”, Michela Almiento, Mario Carolla, Antonio Melcore e Giulio Gazzaneo dell’UDS per le associazioni, oltre ai docenti referenti della scuola.
Successivamente, Antonio Melcore ha lanciato il video di Roberto Benigni sull’articolo 4 che, come sempre, ha emozionato i presenti suscitando il dibattito, aperto da Michela Almiento che ha sottolineato l’importanza del lavoro come diritto-dovere così come lo configura la Costituzione. Anche su questo tema si sono registrati numerosi e puntuali interventi delle studentesse e degli altri presenti; sono intervenuti ancora Maurizio Mele, Mario Carolla, Mina Simonetti, Paola Vadacca il quale, riguardo all’azione portata avanti dai nostri governanti e rivolgendosi anche alla segretaria generale della CGIL, ha osservato che non bisogna soltanto criticare, ma bisogna anche proporre alternative. Michela Almiento riprendendo la parola ha affermato che la CGIL da tempo ha presentato un piano per il lavoro molto dettagliato non solo per tamponare l’emorragia crescente di posti di lavoro ma per far si che, sia nei settori tradizionali sia nei nuovi settori, se ne creino altri.
Il tempo a disposizione è, anche questa volta, volato rapidamente lasciando sulla tematica del lavoro in sospeso gli interventi previsti di Alessandro Fusaro (Vice-Presidente del Parlamento Regionale dei Giovani) dei G.D. e di Giammarco Palumbo dell’UDS e di altri presenti che avrebbero voluto esprimere le loro opinioni.
In conclusione, nel prossimo IV incontro si riprenderà il tema lavoro, centrale nel progetto, e si cercherà di concluderlo, prima della manifestazione finale con tutte le scuole partecipanti, facendo una carrellata sugli articoli dal 5 al 12 non escludendo la possibilità di un quinto incontro.